Walo Camenzind si esprime sul nuovo sistema salariale delle FFS

Walo Camenzind si esprime sul nuovo sistema salariale delle FFS © SBB
01.07.2021

Walo Camenzind ha alle spalle una carriera di oltre 30 anni, di cui 11 come formatore.

Walo, hai alle spalle una carriera di oltre 30 anni, di cui 11 come formatore. Con il nuovo sistema salariale FFS, il personale di locomotiva B beneficerà di una progressione salariale più rapida. Cosa ne pensi?
Già da tempo ero dell’avviso che un innalzamento troppo lento non fosse più corretto, motivo per cui mi sono rivolto direttamente a Markus Jordi e Vincent Ducrot. E finalmente è arrivata la svolta! Tuttavia, l’attuazione deve essere monitorata con molta attenzione.
 
Non solo lo stipendio è importante. Che consigli daresti alle persone che desiderano diventare macchinista?

Due requisiti importantissimi sono l’autonomia e l’affidabilità, che in molte professioni non sono richiesti in tale misura. Inoltre, servono coraggio per prendere decisioni nell’arco di secondi e la volontà di seguire sempre corsi di formazione continua. Infatti, le disposizioni e le caratteristiche dei veicoli sono soggette a continui cambiamenti. L’orario di lavoro può pesare: l’attività lavorativa durante i fine settimana, i giorni festivi e negli orari marginali può compromettere la vita privata.
 
Attualmente è in rielaborazione la seconda formazione del personale di locomotiva. Cosa serve per mantenere attrattive la formazione e la professione anche in futuro?
Al momento mancano modelli part-time intelligenti. Tuttavia, questo è tutt’altro che facile per le FFS, in quanto lavoriamo 24 ore su 24. La progressione più rapida all’interno della fascia salariale stimola a rimanere più a lungo.
 
Quali sono le sfide quotidiane che devono affrontare i macchinisti?
In caso di corse monotone è molto difficile rimanere concentrati. Fortunatamente, l’area di attività dei depositi viene estesa. In tal modo si riducono le corse monotone.
 
A quali parti della formazione dai particolare importanza e perché?
Può sembrare strano: alle disposizioni e ai corsi sui veicoli. Più sei competente e sicuro di te stesso, più ti sembrerà facile il tuo lavoro.
 
Cosa ti piace di più della tua professione e cosa ti infastidisce?
Fortunatamente mi occupo di due campi di attività distinti. Questo rende il lavoro molto variato. Della professione di macchinista apprezzo soprattutto l’autonomia: non ho altri padroni all’infuori di me stesso. In qualità di formatore, invece, ricevo quasi quotidianamente un feedback diretto sul mio lavoro. Questo scambio mi manca come macchinista. Dopo più di 30 anni di carriera alle dipendenze delle ferrovie, non mi arrabbio più così spesso.

Cosa apprezzi di transfair?
Sono molto grato che ci siano persone che si impegnano a favore dei lavoratori. transfair è attivo in diversi gruppi professionali e ha raggiunto numerosi obiettivi e scongiurato diverse situazioni critiche. Colgo questa occasione per ringraziare tutti i membri attivi dei risultati raggiunti. Sono lieto di poter mettere a disposizione la mia lunga esperienza e la rete che ho creato
Ambiti d'impiego
FFS