Dal sondaggio CCL Swisscom e cablex emerge un risultato chiaro

Dal sondaggio CCL Swisscom e cablex emerge un risultato chiaro ©MH/AdobeStock

A giugno 2020 transfair ha realizzato un sondaggio online relativo alle disposizioni CCL di Swisscom e cablex. L'obiettivo era di tastare il polso del personale e di sapere se fossero necessarie nuove negoziazioni. Le 1500 risposte ottenute mostrano quello che può essere ottimizzato. transfair fornisce di seguito una panoramica dei risultati.

Prima di tutto, transfair desidera ringraziare le oltre 1500 persone di Swisscom e cablex che hanno partecipato al sondaggio. Queste hanno risposto all'ampio sondaggio e dato il loro punto di vista sui punti principali seguenti:
  • stipendio e assegni
  • durata del lavoro
  • vacanze
  • piano sociale
  • sviluppo professionale
  • protezione dei dati e della personalità
  • conciliazione tra lavoro e vita privata
  • diritto di partecipazione
 
L'analisi in dettaglio
Dai risultati del sondaggio emergono chiaramente le disposizioni del CCL e i settori che creano ancora problemi nella loro attuazione e applicazione e i punti su cui bisogna agire. Inoltre, gli intervistati hanno suggerito dei miglioramenti concreti. Dopo una valutazione dei risultati, si può constatare che viene messo l'accento su aspetti quali trasparenza, comunicazione, organizzazione del lavoro, ambiente di lavoro, prospettive professionali e benessere delle collaboratrici e dei collaboratori.

La decisione finale spetta al congresso di categoria
Durante un workshop di due giorni ad agosto, transfair ha studiato attentamente i risultati del sondaggio, nonché tutti i commenti e i suggerimenti degli intervistati. Il bilancio di questo workshop sarà a sua volta sottoposto a revisione. Nel quadro di questa verifica, saranno definite le priorità e le rivendicazioni potenziali nei confronti di Swisscom e cablex. Queste ultime saranno sottoposte all'approvazione dei membri durante l'assemblea di categoria del 25 novembre 2020. I membri presenti potranno esprimersi sull'importanza che attribuiscono a una rinegoziazione.
 
Tutti i membri della categoria Comunicazione sono invitati. Il congresso di categoria avrà luogo il 25 novembre 2020 dalle ore 9:30 alle 16:15 al Raiffeisen Forum a Berna. Si prega di iscriversi entro il 1 november 2020, inviando un’e-mail a gaby.moehl@transfair.ch.

Ma guardiamo i risultati più da vicino.


Gli argomenti più importanti (scala 1 - 5)per gli intervistati sono gli stessi che stanno maggiormente a cuore a transfair, sin dall'inizio del lavoro sindacale. I punti incompleti o totalmente assenti che devono diventare elementi importanti dei futuri CCL sono le regolamentazioni sul telelavoro, la protezione contro il licenziamento degli over 50 e le pause remunerate presso cablex.

Circa il 68 per cento dei partecipanti approvano parzialmente o completamente la riduzione del tempo di lavoro a una settimana di 4 giorni. I vantaggi citati sono vari. Tuttavia, per gli intervistati una riduzione della durata del lavoro può essere accettata solo a condizione che siano mantenuti lo stipendio e le prestazioni sociali.  Peraltro, i punti negativi individuati riguardano una maggiore pressione, un volume di lavoro invariato e i rischi economici. Risulta evidente, sia per transfair che per gli intervistati, che conviene instaurare regole chiare e prendere in considerazione le rivendicazioni, come ad esempio il mantenimento dello stipendio, la sospensione dei licenziamenti e delle riorganizzazioni e il mantenimento dei giorni liberi.


Quasi l'80 per cento dei partecipanti al sondaggio desidera un sistema salariale nettamente o parzialmente più trasparente, più semplice e comprensibile. Il sistema attuale è troppo complesso e mancano le pari opportunità in termini di sviluppo salariale. Sono necessari dei miglioramenti.

Più del 90 per cento degli intervistati sono parzialmente o pienamente soddisfatti dell'introduzione dei 5 giorni di formazione continua. transfair è lieto del raggiungimento di una tappa importante sulla strada verso l'investimento nelle competenze del personale. Tuttavia, il fatto che alcuni capi squadra si mostrino spesso ostili o non siano sufficientemente informati è deplorevole. L'offerta e il budget rivelano anche un potenziale di ottimizzazione sul quale transfair vuole lavorare.

Oltre il 90 per cento dei partecipanti al sondaggio sono soddisfatti delle loro vacanze. Tra le possibilità di ottimizzazione, citano delle opzioni di periodo sabbatico e più ferie per gli over 50.

Circa il 90 per cento degli intervistati ritengono che le possibilità offerte siano sufficienti. Ma anche in questo caso vi sono numerose richieste: un congedo di paternità rinforzato, regole chiare riguardanti il telelavoro, migliori condizioni per il lavoro di cura (in particolare per quanto riguarda i parenti anziani) nonché la questione della promozione o dell'introduzione di asili nido per i bambini del personale.

Sebbene il 90 per cento degli intervistati ritenga che la sua personalità e salute siano sufficientemente protette, sono stati rilasciati alcuni commenti allarmanti. Sono spesso menzionati la pressione sempre maggiore esercitata sul personale, la mancanza di considerazione da parte del datore di lavoro per quanto riguarda la salute psichica, nonché problemi psichici legati all'infrastruttura. transfair interverrà sicuramente su questo punto. La salute psichica e fisica del personale deve essere prioritaria.
La protezione è garantita
Sono a conoscenza dei dati personali che vengono registrati
Una grande parte del personale trova che i dati personali sono sufficientemente protetti. Si nota tuttavia che una parte significativa dei collaboratori ignora quali dati siano registrati. I collaboratori si lamentano del fatto che la sicurezza dei dati non sia trasparente né verificabile. Vengono inoltre criticati il trattamento dei dati all'estero e il sistema Autosense. Per transfair è chiaro che bisogna agire e informare su questo argomento.

Su questo argomento, l'adesione diminuisce notevolmente. Bisogna agire. I lavoratori di oltre 50 anni devono essere protetti meglio e conviene sfruttare meglio le possibilità di riconversione interna. Un altro suggerimento di cui transfair terrà sicuramente conto è la possibilità di un prepensionamento presso cablex.