Traffico regionale viaggiatori: finanziamento dal 2018 al 2021

Traffico regionale viaggiatori: finanziamento dal 2018 al 2021 © TILO
03.02.2017

transfair accoglie con favore la richiesta della Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni del Consiglio degli Stati di aumentare il credito di impegno della Confederazione per il traffico regionale viaggiatori (TRV). La pressione sugli aumenti dell’efficienza e pertanto sui collaboratori occupati nelle imprese di trasporto rimarrà tuttavia invariata.

La Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni del Consiglio degli Stati ha iniziato le consultazioni sul progetto relativo al traffico regionale viaggiatori e chiede alla Camera alta di aumentare il credito di 144,4 milioni di franchi, portandolo a complessivamente 4,104 miliardi di franchi. Questa richiesta va promossa a sostegno dei Cantoni e delle imprese ferroviarie, in quanto l’indennità proposta dal Consiglio federale a livello nazionale ha lasciato un’enorme voragine finanziaria a carico delle imprese di trasporto (IT) e dei Cantoni. Siamo dell’avviso che questo disavanzo non sia economicamente sostenibile per le IT. Per transfair è dunque chiaro che i committenti (Confederazione e Cantoni) debbano aumentare notevolmente la loro quota. In caso contrario, sarebbe necessario ridurre o rinunciare del tutto alle offerte. Le IT potrebbero essere costrette a rincarare queste ultime nell’ambito del TRV per gli utenti dei trasporti pubblici, il che potrebbe determinare uno spostamento dei viaggiatori verso i mezzi di trasporto privati.

Il fatto più inquietante è però che normalmente un eccessivo aumento dell’efficienza in seno alle IT va a discapito del personale. Durante la consultazione, come sindacato del servizio pubblico ci siamo espressi a favore di un aumento della partecipazione federale alle spese supplementari non coperte. Grazie ai mezzi pubblici, il TRV garantisce a tutti i cittadini di raggiungere qualsiasi luogo della Svizzera, sostenendo così sia le regioni che l’economia.
 
Aumenti dell’efficienza a discapito del personale
A causa del prevedibile disavanzo finanziario, le IT sono chiamate ad aumentare l’efficienza. Per transfair ciò non significa altro che un’ulteriore minimizzazione del margine di manovra per il necessario sviluppo dei salari, nonché della formazione e della formazione continua. Il Consiglio federale intende prendere le decisioni sulle autorizzazioni dei crediti gradualmente. Per le IT, un ritardo nella pianificazione può voler dire modificare o addirittura limitare a breve termine la produzione di un’offerta, il che avrebbe molteplici conseguenze anche sul personale, come ad esempio peggioramenti delle condizioni di lavoro o impieghi secondo il principio «hire and fire». Ci teniamo pertanto a sottolineare che non deve essere legato a vincoli soltanto il credito di impegno, ma che vanno rispettati anche gli obblighi finanziari della Confederazione e dei Cantoni nel quadro del cofinanziamento del TRV e aumentata tempestivamente anche la partecipazione ai costi supplementari prevedibili.
Ambiti d'impiego
CJ, GGB, MGB, RhB, FFS, Seilbahnen Wallis, SGV, SOB, SZU, Thurbo AG, TILO SA, TMR, TPF, TPG