Posizione incomprensibile delle FFS sulla tratta di montagna del San Gottardo

Posizione incomprensibile delle FFS sulla tratta di montagna del San Gottardo © SBB
25.05.2016

Per le FFS è chiaro: con il cambio di orario che entrerà in vigore a partire dal mese di dicembre 2016, sulla tratta di montagna del San Gottardo d'ora in poi circoleranno unicamente treni regionali. Le Ferrovie federali hanno informato i partner sociali già l'anno scorso sulla decisione di abolire il traffico a lunga distanza sulla tratta in questione e sulle conseguenze negative che questa misura avrà sul personale di treno in Ticino. transfair si impegna per i suoi associati anche in questo settore.

Dopo questa notizia negativa, transfair ha esortato con una lettera il Consiglio di Stato ticinese a permettere anche in futuro la scorta dei treni. Questo non solo in considerazione della sicurezza e delle esigenze d'informazione dei viaggiatori, ma anche per impedire un'affrettata e sconsiderata riduzione di personale di treno presso le FFS.
 
Nella lettera di risposta di fine settembre 2015 inviata dal Consiglio di Stato ticinese a transfair si afferma con chiarezza che sulla base dell'esercizio attuale (traffico a lunga distanza e scorta di treni) le FFS sono tenute a garantire il finanziamento fino alla fine del 2017.
 
transfair esorta le Ferrovie federali a non prendere decisioni affrettate in merito alla questione. Auspichiamo, inoltre, che il personale di treno possa continuare a garantire una scorta di treno tanto necessaria quanto utile ai viaggiatori. Per questa tratta di montagna assai interessante a livello turistico è oltre a ciò necessario fare qualcosa in più di quanto è stato fatto finora, come ad esempio la BLS lo fa già al Lötschberg.
Ambiti d'impiego
FFS