Per un ulteriore trasferimento coerente!

Per un ulteriore trasferimento coerente! © swisshippo
11.01.2016

Il traffico di merci transalpino su rotaia ha registrato uno sviluppo positivo. Ragion per cui, transfair è contrario alla costruzione di una seconda galleria stradale del San Gottardo. Il Comitato di categoria si è pertanto espresso a sfavore del progetto stradale.

Grazie all'imminente apertura del tunnel di base del San Gottardo si creeranno nuove capacità che, con la galleria in quota, consentiranno di fare fronte ai traffici stradali durante il risanamento del tunnel stradale esistente. Gli esperti sono convinti che, grazie a una strada viaggiante, i costi durante la fase di risanamento sarebbero meno della metà di quelli causati da una seconda galleria. Il secondo tubo stradale, oltre a costi d'investimento, porterebbe con sé anche spese d'esercizio ricorrenti: per altri progetti stradali (p. es. nell'Altopiano svizzero) verrebbero pertanto a mancare i fondi. Inoltre: perché l'attuale galleria deve essere sottoposta a un risanamento di lusso? Voci critiche dicono che un risanamento appropriato senza blocco totale è realizzabile a un prezzo del tutto abbordabile.
 
transfair teme che la seconda galleria stradale metta a rischio il fiorente traffico merci su rotaia, al più tardi nel momento in cui si deciderà di puntare tutto sulla strada, a prescindere da chi eserciterà pressione a fine di raggiungere questo obiettivo. La Svizzera deve continuare a seguire la politica di trasferimento dalla strada alla rotaia.