Oggi Bellinzona, domani Castione

Oggi Bellinzona, domani Castione Quadro provvisorio delle officine die Castione.
25.10.2019

Il progetto di trasferire le officine da Bellinzona a Castione, dove verrà allestita un’officina all'avanguardia, è stato realizzato per la seguente ragione: nel prossimo futuro verrà utilizzato nuovo materiale rotabile le cui composizioni supereranno i 200 m di lunghezza. Nelle attuali officine di Bellinzona la manutenzione richiede un notevole sforzo supplementare, poiché l’edificio non soddisfa le esigenze. Le nuove officine consentiranno di concentrarsi su una manutenzione efficace.

Questo nuovo stabilimento ha raccolto grandi consensi soprattutto tra i ragazzi e le fasce più giovani della popolazione lavoratrice del Ticino. I giovani rimangono in Ticino e apportano un contributo importante alla crescita economica della regione, poiché possono essere occupati in nuove professioni che vanno a braccetto con modalità operative futuristiche (digitalizzazione) e nuove tecnologie.  Con questo passo verso il futuro, il Ticino ha l’opportunità di essere competitivo grazie a nuovi posti di lavoro e di trattenere i giovani all’interno della regione. Al tempo stesso, durante la fase di transizione occorre salvaguardare l’attuale know-how.

Richieste alle FFS
In relazione a questo sviluppo, transfair chiede che:
  • le nuove officine presenti dimensioni tali per cui le FFS siano attrezzate anche per attività nei confronti di terzi;
  • la protezione contro il licenziamento mantenga la propria efficacia e sia prevista nel prossimo CCL;
  • le nuove officine siano coinvolte nelle trattative sul prossimo CCL;
  • il conto del fondo di digitalizzazione delle FFS e delle relative parti sociali per il finanziamento e la digitalizzazione copra anche le spese per la formazione e la riqualificazione professionale del personale che lavorerà con tutte le nuove tecnologie e i nuovi sistemi;
  • in Ticino vengano pianificati e implementati i preparativi per la messa a disposizione di tutte le competenze necessarie al funzionamento delle nuove officine in maniera tempestiva, in modo tale da rendere il personale operativo immediatamente e senza inconvenienti;
  • sia riconosciuto alle CoPe il diritto di partecipazione in materia di formazione e che il personale riceva una riformazione professionale adeguata così come l’assistenza necessaria;
  • le CoPe vengano coinvolte nella pianificazione e nella realizzazione degli spazi sociali.
Uno sguardo ottimista al futuro
L’atmosfera è positiva, con idee valide e persone dall’atteggiamento costruttivo e proattivo. Gettare le fondamenta per le nuove officine spetta ora alle nuove generazioni e a tutte le parti coinvolte. transfair seguirà il processo da vicino e rimane a disposizione dei propri membri in caso di dubbi.
Ambiti d'impiego
FFS, FFS Cargo AG, FFS Cargo International AG