La qualità del traffico rgionale sul banco di prova

La qualità del traffico rgionale sul banco di prova
08.06.2017

transfair valutato il nuovo sistema di misura di qualità potenzialmente indicativa.

L’UFT ha pubblicato i primi risultati relativi al nuovo sistema per valutare la qualità del traffico regionale viaggiatori (TRV). Le imprese di trasporto regionali (bus e treno) sono state valutate da clienti civetta in base a determinati criteri di qualità. Dal punto di vista di transfair, nel tempo questa valutazione può risultare indubbiamente indicativa per un servizio pubblico di elevata qualità nel TRV.
 
I primi risultati emersi dalle risposte fornite dai clienti civetta nel periodo di valutazione non ancora completo del 2016 dimostrano che la competenza e l’atteggia-mento del personale degli autobus sono ottimi. La funzionalità, l’ordine e l’integrità dei veicoli e delle fermate hanno ottenuto buoni voti. Al contrario, la pulizia nei treni e negli autobus è stata valutata in modo negativo e per quanto riguarda la qualità delle informazioni fornite ai clienti nei veicoli vi sono grandi divergenze, il che lascia presagire che si possa ancora migliorare. La prima rilevazione totale avverrà nel 2017; dopodiché i risultati saranno visibili per impresa di trasporto (IT) o per linea.
 
Nel quadro del sistema di valutazione, l’obiettivo dell’UFT è di mantenere e migliorare la qualità servendosi di accordi sugli obiettivi in seno alle IT. transfair considera questo processo come una chance per rafforzare a livello qualitativo un’importante parte del servizio pubblico su tutto il territorio nazionale ed espressamente non come mezzo di pressione finanziario sulle imprese di trasporto e sui loro collaboratori. Per garantire la qualità nel TRV sono necessarie risorse materiali e di personale e soprattutto mezzi a sufficienza per la qualificazione continua del personale.
 
Ambiti d'impiego
BLS, CJ, login, MGB, RhB, FFS, SGV, SOB, SZU, Thurbo AG, TILO SA, TMR, TPF, TPG, TPL