La BLS in fase di ricerca

La BLS in fase di ricerca © BLS
15.02.2021

L’incontro positivo con la BLS permette a transfair di guardare al futuro con fiducia. Ultimamente, alla BLS era sfuggito il controllo della situazione in alcuni settori. Nella gestione delle sovvenzioni della Confederazione e dei Cantoni, la direzione e la vigilanza della BLS avevano perso molta fiducia tra i dipendenti e la popolazione. Allo stesso tempo, il partenariato sociale ha lasciato a desiderare. Uno sguardo al passato e al futuro.

Ricerca di trasparenza e ritorno ai vecchi valori

Le liberalizzazioni e la competitività non risparmiano purtroppo nemmeno il settore dei trasporti pubblici. Inoltre, distolgono l’attenzione dal vero e proprio mandato del servizio pubblico. Come seconda compagnia ferroviaria elvetica, la BLS puntava molto in alto. A questo scopo, si era battuta con veemenza per concessioni di trasporto a lunga distanza proprie sfidando le FFS. Infine è stata la Consigliera federale Simonetta Sommaruga a dover riportare sui giusti binari la concorrenza alimentata dalla politica e dall’Ufficio federale dei trasporti (UFT). La concessione per il traffico a lunga distanza nel suo complesso rimarrà anche in futuro nelle mani delle FFS, mentre la BLS gestirà due linee a lunga distanza.
 
Con le sue riorganizzazioni e i suoi programmi di risparmio, la direzione della BLS aveva ripetutamente suscitato la disapprovazione dei propri dipendenti e dei partner sociali. Dopo la brutta impressione fatta in materia di trasporto a lunga distanza, nel conteggio delle sovvenzioni era subito venuta alla luce la cattiva condotta della BLS, di cui la direzione era al corrente da tempo. Notizie tutt’altro che rallegranti dunque. Dopo la pubblicazione di un rapporto d’inchiesta sulle finanze si era dimesso il CEO e nel frattempo l’UFT aveva sporto una denuncia penale contro la BLS. Rimangono inoltre in sospeso domande sul risanamento della galleria in quota del Lötschberg.
 
La BLS deve correggere i suoi processi nel traffico regionale viaggiatori (TRV), il quale ha diritto a sovvenzioni. Per anni la BLS non aveva preventivato per intero le entrate derivanti dagli abbonamenti a metà prezzo, chiedendo così alla Confederazione e ai Cantoni più denaro di quanto le spettasse. Nei confronti di transfair, la BLS parlava ripetutamente di un obiettivo di guadagno annuale che andava raggiunto, tutto questo, a suo dire, per poter investire nell’impresa e nel personale.

Precisare il divieto di realizzare utili nel TRV

Nel TRV, le sovvenzioni pubbliche coprono solo ed esclusivamente i costi che non possono essere coperti dalle entrate derivanti dalla vendita di biglietti o abbonamenti. In base alla legge sul trasporto di viaggiatori, le eccedenze devono essere assegnate alle riserve. Tuttavia, secondo un rapporto della società di revisione PWC, la BLS sembra aver utilizzato i fondi per ulteriori misure legate alle attività e al personale. Per transfair è quindi fondamentale che, con la riforma del TRV, siano definiti chiaramente la detenzione di riserve e l’utilizzo di risorse finanziarie supplementari per lo sviluppo delle attività e del personale delle imprese di trasporto.

Il personale merita fiducia

I collaboratori della BLS svolgono quotidianamente uno straordinario lavoro, anche in condizioni difficili (Coronavirus). transfair si aspetta dalle autorità un chiarimento processuale completo e chiarezza in termini di diritto penale. Per transfair, è chiaro che la Confederazione e i Cantoni devono chiedere la restituzione delle sovvenzioni pagate in eccesso. Altrettanto chiaro è che questo non deve portare in nessun caso a conseguenze negative per il personale. transfair chiede alla nuova direzione e al Consiglio d’amministrazione stabilità e un ritorno alle prestazioni previste nel quadro del servizio pubblico.

Intesa su un buon partenariato sociale

Le trattative salariali per il 2021 sono state insoddisfacenti, motivo per cui, su richiesta dei sindacati, nel novembre del 2020 si è svolto un colloquio chiarificatore con l’attuale CEO Dirk Stahl e il nuovo responsabile del personale Horst Johner. In questo incontro, transfair ha affrontato le irregolarità già note, chiedendo oltre a ciò di fermare le riorganizzazioni. transfair si rallegra del fatto che la discussione si sia svolta in un clima aperto e costruttivo e che i rappresentanti della BLS abbiano promesso una migliore collaborazione e in particolare vere e proprie trattative con margine di negoziazione per la BLS. transfair continuerà a tenere d’occhio la situazione e a difendere coerentemente gli interessi e le esigenze dei suoi membri!
Ambiti d'impiego
BLS