FFS: verifica soppressioni di posti di lavoro

FFS: verifica soppressioni di posti di lavoro @ jordanlye / fotolia.com
05.11.2015

In collaborazione con la ditta di consulenza esterna McKinsey, le FFS intendono sottoporre a verifica i propri costi totali di sistema. L'obiettivo dichiarato è di rendere più efficiente ed economico l'attuale sistema ferroviario. Nel quadro del programma «Railfit 20/30», entro il 2020 sono previste riduzioni ricorrenti e sostenibili delle spese pari a circa 550 milioni di franchi all'anno. Entro il 2030, sono previsti risparmi per una cifra complessiva di addirittura 1,75 miliardi di franchi.

Le priorità e la gestione del programma saranno fissate nel 1° semestre 2016. In una prima fase, che terminerà nel 2020, le FFS intendono risparmiare ulteriori costi strutturali generali in ambito amministrativo e delle divisioni, nonché concentrarsi su settori produttivi quali infrastrutture, manutenzioni ed esercizio. I progetti di riorganizzazione già avviati saranno integrati nel programma «Railfit 20/30». In una seconda fase, che si concluderà nel 2030, le Ferrovie federali sperano di poter contenere ulteriori costi, grazie all'impiego di nuove tecnologie e automatizzazioni nell'ambito degli impianti ferroviari. L'obiettivo è di sottoporre a verifica e orientare le strategie d'offerta al previsto aumento del traffico. I grandi fattori di traino del programma sono l'orientamento verso il cliente e lo sgravio del settore pubblico.

Soppressione di posti di lavoro

Sulla base di un effettivo di 29'000 unità nella casa madre FFS, entro il 2020 il programma prevede tagli pari a circa 900 posti – non sono escluse ulteriori soppressioni. Le FFS garantiscono a transfair che le riduzioni dei posti di lavoro si svolgeranno nel quadro delle disposizioni previste dal CCL e che transfair avrà la possibilità di prendere posizione sui singoli progetti.

Rivendicazioni di transfair

«Esortiamo le FFS a evitare, mediante una tempestiva formazione e formazione continua e un'accurata pianificazione del personale, perdite effettive di posti d'impiego», sottolinea Bruno Zeller, responsabile della categoria Trasporti pubblici di transfair. Per il personale FFS, temiamo possibili aumenti della mole di lavoro, nonché una perdita del limite tra lavoro e tempo di recupero. Per questi motivi, continueremo a seguire gli sviluppi con grande attenzione.
Ambiti d'impiego
FFS, FFS Cargo AG