Definiti i punti essenziali del CCL 2015

Definiti i punti essenziali del CCL 2015 © SBB CFF FFS
27.06.2014

Le FFS e la comunità di trattative delle federazioni del personale si sono accordate in merito ai punti essenziali del nuovo contratto collettivo di lavoro. Dal momento che i dettagli sono ancora da chiarire, le trattative andranno avanti fino a settembre.

Il CCL 2015 sarà il quinto contratto collettivo di lavoro dalla costituzione delle FFS come società anonima di diritto speciale. Dopo l’ultimo ulteriore sviluppo si è posto l’accento sul sistema retributivo e questa volta si è trattato maggiormente di altri ambiti. Durante le intense e tenaci trattative le FFS hanno potuto definire insieme alle parti sociali i punti essenziali del nuovo CCL. Le parti sociali e le FFS hanno considerato equilibrato l’intero pacchetto.

 

Essi hanno potuto trovare un accordo sia su temi chiave come organizzazione del tempo di lavoro, congedo, salario e indennità, realizzazione della revisione riguardante la Legge sul personale federale sia sul nuovo orientamento professionale. I punti chiave più importanti sono i seguenti:

 

  • Legge sul personale federale (LPers): sono state realizzate delle modifiche sulla base della revisione del LPers. Tuttavia è stata mantenuta in linea generale la protezione dal licenziamento in caso di licenziamento per ragioni economiche.
     
  • Salario/indennità: la «garanzia salariale 2011» continua a essere valida e legata alla durata del CCL. Per gli aumenti del salario inerenti al sistema (evoluzione del salario), le FFS s’impegnano a mettere a disposizione più mezzi. Le indennità per lavoro domenicale sono state uniformate e aumentate. Le FFS s’impegnano a non più assumere a salari inferiori ai valori di base collaboratori e collaboratrici che hanno svolto una seconda formazione
     
  • Orario di lavoro: ora è possibile una gestione più flessibile dell’orario di lavoro.
     
  • Nuovo orientamento professionale: il tempo di permanenza non è limitato, il passaggio al Centro per il mercato del lavoro (AMC) avviene tuttavia dal quarto anno di servizio. Inoltre, i criteri di adeguatezza sono stati adeguati alla legge sulla disoccupazione. In particolare il salario è stato ridotto in base al tempo di permanenza. Le riduzioni del salario riguardanti un salario massimo del livello di esigenze C non sono dunque permesse.

 

In un accordo esterno al CCL le parti sociali e le FFS hanno adottato una regolamentazione per i collaboratori e le collaboratrici temporanei: il numero di persone occupate temporaneamente all’interno del Gruppo FFS non deve essere superiore al quattro percento. Le assunzioni temporanee non devono durare oltre i quattro anni – dopo un’occupazione temporanea massima di quattro anni deve essere offerto al collaboratore e alla collaboratrice un posto di lavoro in pianta stabile.

Un unico pacchetto di tre modelli di pensionamento e un modello di durata del lavoro deve essere all’altezza dello sviluppo demografico, delle tendenze riguardanti la flessibilità nell’ambito delle condizioni d’impiego e delle sfide nelle categorie professionali maggiormente gravate dal lavoro.

Affinché gli ultimi dettagli possano essere finalizzati, le parti sociali e le FFS hanno deciso di prolungare le trattative. L’obiettivo è di concluderle entro metà settembre.

Ambiti d'impiego
FFS, FFS Cargo International AG