Decisione saggia sull’OIF

Decisione saggia sull’OIF
28.09.2018

Impresa compiuta: durante la votazione finale del 28 settembre 2018, il Parlamento si è accordato sull’Organizzazione dell’infrastruttura ferroviaria (OIF). Il progetto mira a eliminare le potenziali discriminazioni nelle leggi sul traffico ferroviario. transfair accoglie con favore il fatto che entrambe le Camere abbiano deciso di tutelare gli investimenti pubblici e il personale occupato nel settore dei trasporti pubblici anche nell’ambito delle limitazioni della concorrenza per autobus a lunga percorrenza e nell’allestimento degli orari. Qualche tempo fa, il sindacato si era rivolto alle Camere con una lettera che conteneva raccomandazioni in questo senso.

Limitazioni della concorrenza per autobus a lunga percorrenza
La concorrenza nei trasporti pubblici (TP) diventa un tema sempre più scottante. Un esempio è dato dagli autobus a lunga percorrenza. L’obiettivo del progetto è di creare una base giuridica trasparente che non li ostacoli, ma che li integri nel sistema TP esistente e che non faccia concorrenza alle imprese di trasporto sovvenzionate nel traffico regionale. Nella legge sul trasporto di viaggiatori sarà pertanto inserita una nuova disposizione che limita la concorrenza. transfair è soddisfatto: la decisione è ragionevole perché promuove la protezione del personale, il quale spesso deve subirne le conseguenze in caso di forti pressioni concorrenziali.

Allestimento degli orari
La puntualità dei treni svizzeri, invidiataci da tutto il mondo e unica nel suo genere, rappresenta uno dei marchi d’eccellenza del nostro Paese. Specialmente le FFS, per via delle loro conoscenze e delle loro risorse, sono incaricate di allestire gli orari. Questa mansione continuerà a restare anche in futuro in mani competenti e, in virtù della legge sulle ferrovie, il Servizio di assegnazione delle tracce potrà pertanto continuare ad affidare alle Ferrovie federali questo compito. In altre parole: non ci sarà alcuna separazione della pianificazione e dell’esercizio come previsto inizialmente dal Consiglio nazionale. Grazie al suo presidente e Consigliere nazionale Stefan Müller-Altermatt, a suo tempo transfair si era opposto con argomenti convincenti a questa proposta. Il sindacato accoglie dunque con favore questa decisione definitiva. Il fatto che non subentrino cambiamenti per un importante settore del personale che si occupa di questi compiti (circa 200 posti di lavoro a tempo pieno) quale FFS Infrastruttura è pienamente in linea con le intenzioni di transfair.

FFS Cargo
Nel quadro del progetto OIF è stata discussa anche la difficile situazione di FFS Cargo. transfair si dice soddisfatto dell’importante decisione di mantenere FFS Cargo all’interno del Gruppo. Specialmente in questa difficile fase di riorganizzazione e di risanamento si tratta della scelta giusta. Durante la sessione primaverile 2018, il Consiglio nazionale aveva richiesto di rendere autonoma FFS Cargo. transfair si era opposto.

Il sindacato continuerà a battersi anche in futuro per la tutela degli investimenti e per buone condizioni di lavoro nel settore dei trasporti pubblici.
Ambiti d'impiego
FFS, FFS Cargo AG