CCL TPL pronto per la firma

CCL TPL pronto per la firma © Trasporti pubblici luganesi
10.10.2018

transfair ha concluso le trattative per il rinnovo del CCL, che avrà validità retroattiva a partire da gennaio 2018. Sostanzialmente, per transfair e i trasporti pubblici rimane un buon CCL.

Le modifiche apportate sono di natura formale e transfair ha difeso le 40 ore settimanali lavorative. Questo risultato non è affatto scontato e, dal punto di vista sindacale, il mantenimento dei diritti acquisiti è una vittoria, nel clima attuale di attacchi alla tutela del lavoro.
 
La sottoscrizione del CCL dipende dalla tassa di collegamento
Il CCL è poi stato sottoposto all’assemblea del personale dei TPL , dove gli affiliati dei tre sindacati firmatari (transfair, OCST e SEV) lo hanno approvato, pur esprimendosi in merito alla delusione sulle rivendicazioni di un’evoluzione salariale, rimaste inascoltate dalla Direzione, e chiedendo quindi di vincolare la firma del CCL a una condizione: l’assunzione da parte dell’azienda degli oneri derivanti dalla tassa di collegamento, qualora venisse applicata dopo i ricorsi pendenti al Tribunale federale, in modo da non peggiorare le loro condizioni salariali.
 
La direzione di TPL ha comunque l’intenzione di presentare al Consiglio di Amministrazione il nuovo CCL nella prossima seduta di ottobre 2018 e la questione della tassa di collegamento come due questioni distinte, ben sapendo che questo riporterà al tavolo delle trattive una volta comunicata la sentenza sui ricorsi per la tassa di collegamento.
Ambiti d'impiego
TPL