transfair prende posizione sulla procedura di consultazione di DMC

transfair prende posizione sulla procedura di consultazione di DMC © DMC
05.09.2019

Nel luglio 2019 transfair è stato informato da Direct Mail Company (DMC) della riduzione dei giorni di recapito dagli attuali due a uno per settimana. Il motivo di questa riorganizzazione è riconducibile alla diminuzione degli ordini. transfair ha partecipato alla procedura di consultazione e concentrerà tutta la sua attenzione sul personale interessato, che dipende dall’impiego presso DMC. Al tempo stesso, il sindacato si prepara alle negoziazioni sul piano sociale e sul CCL.

Il sindacato comprende in linea di principio la necessità d’intervento di DMC e accoglie con favore che le parti sociali siano state tempestivamente coinvolte e abbiano potuto informare il personale in occasione di manifestazioni sul tema. Durante la procedura di consultazione, transfair si è espresso in maniera dettagliata e nella sua presa di posizione ha sottolineato che i cambiamenti previsti da DMC avrebbero conseguenze incisive per gran parte del personale.
 
Sfruttare e valutare le sinergie
Il sindacato può constatare che per la maggior parte dei collaboratori il recapito di stampati rappresenta un importante reddito secondario. Per un numero non trascurabile di persone la prevista riduzione potrebbe portare a serie difficoltà finanziarie. transfair fa appello alla Posta in qualità di azienda parastatale ad assumersi la propria responsabilità sociale e il suo obbligo di assistenza nei confronti dei suoi collaboratori e di offrire loro condizioni di lavoro eque.
 
transfair chiede pertanto che sia valutata con urgenza la possibilità di una fusione di tutte le organizzazioni di recapito della Posta. Le sinergie che ne conseguono darebbero vita a un partner di negoziazione competente in grado di offrire un’ampia tipologia di recapito di stampati e di consolidare così la sua posizione di mercato. Il personale beneficerebbe a sua volta a lungo termine di una certa stabilità per il proprio secondo lavoro.
 
Chiarire le troppe domande ancora aperte
All’intenzione concreta di ridurre i giorni di recapito dagli attuali due a un unico giorno per settimana, si contrappongono ancora molte domande in sospeso che, alla luce delle significative differenze a livello regionale, devono essere valutate e alle quali va data una risposta dettagliata. transfair si attende da DMC una certa sensibilità per le diversità regionali.
 
Trattative sul piano sociale e sul CCL
L’intesa sul piano sociale è prevista per settembre 2019. Le negoziazioni sul CCL inizieranno nell’autunno 2019. transfair si sta preparando in maniera minuziosa ai due negoziati e confida in un dialogo alla pari nel quadro del partenariato sociale.
 
Il risultato sulla procedura di consultazione sarà comunicato dopo che la direzione avrà preso la sua decisione definitiva.