Soppressione graduale del recapito a domicilio: la Posta prende ancora sul serio il mandato di servizio universale?

Soppressione graduale del recapito a domicilio: la Posta prende ancora sul serio il mandato di servizio universale? © minzpeter / Fotolia.com
03.11.2015

Il mandato di servizio universale della Posta è regolamentato dalla legge sulle poste e dalla rispettiva ordinanza. Nei giornali si legge tuttavia con sempre più frequenza della sospensione del recapito a domicilio in luoghi isolati. Che sia nei Grigioni, nell'Oberland bernese o nel Giura di Soletta – nessuna regione sembra essere immune ai tagli di prestazioni. È pertanto lecito chiedersi se la Posta prende ancora sul serio il mandato di servizio universale o se semplicemente fa ciò che le pare.

transfair è andato a fondo della questione
La Posta verifica ogni anno se oltre 100 economie domestiche hanno tuttora diritto al recapito a domicilio. La verifica non ha come obiettivo solo aspetti economici. Nei seguenti casi, la Posta non è tenuta a distribuire a domicilio gli invii postali:
  • difficoltà eccessive (come cattive condizioni stradali);
  • pericoli per il personale di distribuzione;
  • disposizioni concernenti le cassette delle lettere e gli impianti di cassette delle lettere non soddisfatte;
  • riduzione della frequenza di distribuzione;
  • assegnazione di un altro punto di distribuzione.
Prima che un destinatario sia costretto a ritirare la posta per conto proprio, il gigante giallo si mette in contatto con quest'ultimo per discutere e valutare attentamente insieme a lui tutti i pro e i contro e prendere una decisione congiunta.
 
transfair confida sul senso di responsabilità della Posta
Ufficialmente non esistono programmi volti a ridurre in modo mirato il recapito postale su tutto il territorio nazionale. Al contrario: se la Posta attuasse testualmente l'ordinanza, probabilmente centinaia di persone dovrebbero temere di vedersi sospendere il recapito a domicilio.
Finora la Posta ha messo in atto l'ordinanza con grande senso delle proporzioni e di responsabilità. Il gigante giallo è infatti dell'avviso che gli invii postali debbano essere recapitati ai destinatari senza se e senza ma.
 
transfair si dice soddisfatto di questo modo di procedere e si adopera a favore di un mantenimento dei posti di lavoro anche in zone isolate. Sia a favore dei lavoratori sia a favore di un servizio pubblico di qualità!
Ambiti d'impiego
La Posta Svizzera, PostMail