Sfide 2015 della categoria Posta/Logistica

Sfide 2015 della categoria Posta/Logistica ©Fotalia Robert Kneschke
22.01.2015

Ecco le sfide che affronteremo nel 2015 nella categoria Posta/Logistica.

Previdenza per la vecchiaia

Le prestazioni prospettate agli assicurati attivi presso la Posta negli ultimi anni hanno subito continui tagli. I costi per il risanamento e consolidamento della cassa pensioni (CP) Posta, da ricondurre alla crisi finanziaria, finora sono stati finanziati soprattutto dagli assicurati attivi. Nonostante gli ottimi rendimenti conseguiti sui mercati finanziari negli ultimi anni, i tassi d'interesse sul patrimonio di risparmio degli assicurati sono rimasti a livelli minimi, causando così una continua riduzione delle future rendite. Il risanamento della CP Posta si è concluso nel 2013. Per il consolidamento si rendono necessarie ulteriori misure che saranno discusse tra le parti sociali durante le negoziazioni nel 2015. transfair si batterà con tutti i suoi mezzi a favore di un mantenimento del livello di prestazione auspicato, di decisiva importanza soprattutto per i livelli di funzione inferiori. Ora la palla passa alla Posta. In concreto ciò significa che in caso di adeguamenti tecnici, per le persone finora assicurate si rendono obbligatoriamente necessarie delle compensazioni. Una corresponsione di interessi sui capitali di risparmio è indicata nel quadro delle previsioni. Negli ultimi anni i collaboratori hanno fatto la loro parte, ora è la volta della Posta. Dal momento che l’argomento interessa i nostri membri e tutti i collaboratori e i pensionati, transfair gli attribuisce la massima priorità.

Contratti collettivi di lavoro

La nuova legislazione postale obbliga la Posta a negoziare per le sue imprese contratti collettivi di lavoro (CCL) con le parti sociali. Le trattative in corso per i CCL di Posta CH SA, AutoPostale Svizzera SA e PostFinance SA si concluderanno nella primavera del 2015. transfair sta ora avviando nuove negoziazioni CCL con imprese quali SecurePost SA, IMS SA, DMC e altre società del gruppo Posta, nonché con alcuni operatori postali privati. Con l'associazione KEP&Mail, alla quale hanno aderito aziende quali DPD, DHL, Quickmail o Worldwide Mail, siamo fiduciosi di trovare una buona soluzione.

Attuazione della strategia di categoria 2015

La strategia 2015, approvata dal comitato di categoria, comprende due punti prioritari: l'aumento dell'effettivo e le finanze. transfair intende pertanto continuare sulla strada della crescita e tramite l'ampliamento della sua rete fare leva sulle proprie risorse per concentrarsi sull'essenziale.
Ambiti d'impiego
La Posta Svizzera, DPD, KEP&Mail