La Posta imbroglia sulle misure salariali?

La Posta imbroglia sulle misure salariali? © vchalup
25.07.2016

All’inizio di luglio il Blick titolava «La Posta imbroglia sui salari?». Nel quadro del partenariato sociale, transfair sta prendendo in esame le misure salariali 2016.

Durante le discussioni, transfair si attiene alle procedure stabilite di comune accordo. Ciò significa, tra l'altro, che puntiamo sul dialogo con i partner sociali. Non ci pare infatti responsabile ricorrere alla stampa o lanciare un dibattito pubblico.

Sostituzione della progressione d’esperienza
In occasione delle negoziazioni relative al nuovo CCL Posta, in vigore fino alla fine del 2018, la progressione dell’esperienza è stata sostituita da misure salariali individuali annuali. A quel tempo, la Posta aveva calcolato che la somma corrispondente alla progressione dell’esperienza era equivalente a uno 0,4 per cento.

Verifica dello 0,4 per cento
Attualmente, i partner sociali stanno discutendo per stabilire se e come questo 0,4 per cento concordato sia stato ripartito sulle diverse unità. Il principale pomo della discordia è stabilire se lo 0,4 per cento della somma salariale sia da calcolare su tutti i collaboratori sottoposti al CCL oppure unicamente sul personale che si trova in seno alla fascia salariale.  
Su questo punto, il testo del CCL è alquanto chiaro (articolo 2.19.2 cifra 3):
«Per misure salariali individuali, nell’ambito delle trattative sul salario, viene utilizzato annualmente almeno lo 0,4% della somma salariale complessiva.»
transfair è fermamente dell’avviso che per il calcolo vada presa in considerazione la massa salariale dell’intero personale sottoposto al CCL.

Verifica dei criteri
Al momento è altresì poco chiaro se e come vengono applicati i criteri fissati nel CCL per la corresponsione delle suddette misure salariali. Per l’assegnazione delle misure salariali individuali sono determinanti la prestazione individuale, la valutazione del personale e la posizione in seno alla fascia salariale. Ciò che dà fastidio a tal proposito è il fatto che le eccellenti prestazioni di colleghe e colleghi che si trovano al di sopra della fascia salariale non possano essere ricompensate, il che può condurre a una perdita di motivazione.

Ulteriori procedure
Le nuove procedure di controllo del CCL dovrebbero dare risposte alle domande in sospeso e creare trasparenza. I partner sociali hanno concordato l’attuazione di ulteriori chiarimenti giuridici e proseguono le loro discussioni sull’argomento. transfair terrà informati i propri membri sugli ulteriori sviluppi.

 

Ambiti d'impiego
La Posta Svizzera, Cassa pensioni Posta, AutoPostale SA, Rete postale e vendita