La Posta di domani – istituito il gruppo di accompagnamento

La Posta di domani – istituito il gruppo di accompagnamento © transfair
30.03.2021

Come spiegato già in diverse occasioni, il progetto «La Posta di domani» porterà a grandi trasformazioni per i collaboratori e i quadri all’interno di tutto il gigante giallo. I cambiamenti causano non solo incertezze tra i collaboratori, che si domandano se ne saranno interessati, ma anche preoccupazioni su eventuali modifiche delle condizioni d’impiego o addirittura sulla perdita del proprio posto di lavoro.

Al fine di ammortizzarne tali conseguenze, in passato transfair ha negoziato un CCL, un piano sociale e un piano sociale per i quadri. Qualora dovessero subentrare perdite di posti di lavoro o modifiche del contratto di lavoro, i nostri membri hanno la possibilità di rivolgersi ai collaboratori delle regioni di transfair, da cui possono risultare i cosiddetti casi individuali. Sulla base di questi ultimi, transfair può controllare se i suddetti contratti vengono rispettati e all’occorrenza intervenire. Questo è uno dei vantaggi di transfair: la consulenza e l’assistenza personale. 
 
Con la presente newsletter, transfair desidera informare sullo stato di avanzamento del progetto «La Posta di domani» e su come si adopera per i membri.
 
In occasione della presentazione del progetto, transfair ha chiesto di poter accompagnare da vicino l’attuazione nel quadro del gruppo di accompagnamento. Nell’unità Operations, che comporterà il cambiamento più importante, il gruppo di accompagnamento avrà il compito di seguire lo sviluppo dell’organizzazione e trovare rapidamente un comune denominatore con i partner sociali sulle questioni in sospeso. Le riorganizzazioni portano normalmente a una riduzione del personale, il che presso LS Operations non è ancora avvenuto. Tuttavia, è chiaro che l’organizzazione deve essere sviluppata ulteriormente e che di conseguenza probabilmente non potranno essere evitati del tutto singoli spostamenti di posti di lavoro o licenziamenti. Di recente, il gruppo di accompagnamento si è incontrato in occasione della sua prima riunione. Fritz Bütikofer vi rappresenta transfair come responsabile del partenariato sociale dell’unità operativa Servizi logistici e sarà assistito da due rappresentanti del comitato aziendale. La Posta sarà rappresentata da:
- Ueli Hurni, responsabile LS OPS
- Philip Pätzold, responsabile KC recapito LS OPS
- Esther Niffenegger, responsabile regione Centro LS OPS
- Nadia Lüthi, HR GP LS OPS
- Carina Hürlimann, P2 (verbale)
 
La prossima riunione del gruppo di accompagnamento è prevista per maggio.
 
Cosa ne sarà delle altre unità che potrebbero essere interessate? Attualmente, la Posta sta rendendo noti i dettagli di diversi progetti che poco a poco prendono forma. Solo ora iniziano a delinearsi le intenzioni del gigante giallo. Una regola del gioco del partenariato sociale prevede che la Posta informi con anticipo e di continuo transfair sui futuri progetti. Se in casi eccezionali ciò non avvenisse, al fine di ottenere le informazioni sui progetti è importante che transfair possa contare sulle segnalazioni dei propri membri. Il comitato di categoria e i comitati aziendali di transfair vengono regolarmente informati sull’avanzamento dei progetti e possono fornire dei feedback attraverso il responsabile dei partenariati sociali competente che, a sua volta, ha la possibilità di ricorrere alle diverse istanze superiori. Per tutti i membri il prossimo appuntamento per ricevere informazioni dettagliate sarà in occasione del congresso di categoria, che avrà luogo il 10 giugno prossimo.
Ambiti d'impiego
La Posta Svizzera