Il lupo travestito da agnello

Il lupo travestito da agnello © Andrey Popov / Fotolia
15.06.2017

Come seconda Camera, il Consiglio degli Stati oggi ha approvato le due identiche mozioni presentate dai Consiglieri nazionali Jacques-André Maire (PS), vice-presidente di Travail.Suisse, e Raymond Clottu (UDC) contro la volontà del Consiglio federale, dando così seguito all’approvazione del Consiglio nazionale con 120 voti favorevoli e 55 contrari.

Entrambe le mozioni incaricano il Consiglio federale di presentare proposte per modificare l’ordinanza sulle poste. Tuttavia, non vuol dire che se due fanno la stessa cosa, la fanno per gli stessi motivi. Mentre con la sua mozione Jacques-André Maire affronta il malumore delle regioni periferiche in merito alle chiusure degli uffici postali e vuole evitare che la popolazione in luoghi abitati tutto l’anno sia esclusa dal recapito, quella di Raymond Clottu persegue un secondo fine: aprire la discussione sull’abolizione del monopolio residuo per lettere di peso inferiore a 50 grammi in occasione dei dibatti sulle proposte presentate dal Consiglio federale alle Camere. In questa intenzione fatale per la Posta e per i suoi collaboratori si manifesta con tutta evidenza il lupo travestito da agnellino.

Il fatto che le mozioni siano state approvate nelle due Camere è tra l’altro da attribuire alla Posta Svizzera. Con il suo modo di procedere precipitoso e radicale per quanto riguarda lo sviluppo della rete di uffici postali, ha preparato il terreno per gli accesi dibattiti politici attualmente in corso sulla Posta. 
 
transfair si concentra sul mantenimento dei posti di lavoro
transfair si dice favorevole all’orientamento delle due mozioni e approva la decisione del Consiglio degli Stati. transfair si impegna anche per il mantenimento di posti di lavoro e di posti d’apprendistato nelle regioni periferiche e per un servizio pubblico di qualità in tutta la Svizzera. Ciononostante il responsabile della categoria Posta/Logistica di transfair René Fürst rimane in guardia: «Continueremo a seguire con molta attenzione tutti gli sviluppi assieme ai nostri partner politici e condanniamo con forza gli attacchi che mirano ad abolire il monopolio postale.»
Ambiti d'impiego
La Posta Svizzera, Rete postale e vendita