Il congresso della categoria Posta/Logistica ha deciso

Il congresso della categoria Posta/Logistica ha deciso © transfair
21.04.2016

Il congresso di categoria di quest'anno si è svolto il 13 aprile scorso a Lucerna. Dopo una breve introduzione per presentare le sfide del settore, il presidente di categoria Werni Rüegg ha dato il benvenuto ai numerosi partecipanti di tutte le unità e aziende della Posta.

Necessità d'intervento nella previdenza per la vecchiaia

Un tema di centrale importanza per tutti i lavoratori è la previdenza per la vecchiaia. Matthias Kuert, responsabile per la politica sociale nella nostra associazione mantello Travail.Suisse, ha illustrato le tendenze di sviluppo e spiegato la situazione per quanto riguarda la riforma della previdenza per la vecchiaia. L'AVS (come del resto anche la cassa pensioni Posta) sta lottando soprattutto contro la disparità tra i contribuenti attivi e le persone che si sono già ritirate dal mondo del lavoro per motivi d'età. La generazione baby boomer è in procinto di andare in pensione e allo stesso tempo aumenta sempre più la speranza di vita: entrambe le cose devono essere finanziate. Le casse pensioni sono alle prese con il finanziamento della speranza di vita più elevata, inoltre, a causa degli interessi negativi, regna scarsità di investimenti. C'è necessità d'intervento, ma anche tempo a sufficienza per colmare i disavanzi finanziari e apportare adeguamenti, senza dover ricorrere a tagli alle prestazioni.

Come si presenta la situazione della cassa pensioni Posta?

Il responsabile di categoria René Fürst spiega la situazione della cassa pensioni Posta e sottolinea che per transfair è fondamentale che i collaboratori possano andare in pensione con dignità e non debbano dipendere da prestazioni complementari. I bassi interessi obbligazionari e i ricavi in calo sui mercati azionari sono aspetti che interessano anche la cassa pensioni Posta. Le sfide da superare sono molteplici: riduzioni di personale attualmente in corso, salari medi più bassi e mancanza di misure salariali generali sono ad esempio tutti fattori di cui la Posta si serve per influenzare in modo determinante lo stato della cassa pensioni. Per mantenere il grado di copertura oltre il 100 per cento, sono necessari provvedimenti a lungo termine. transfair si rifiuta di accettare manovre affrettate così come la continuazione della politica dei piccoli passi che i nostri associati hanno ripetutamente criticato.

Decisione sulla previdenza per la vecchiaia

La previdenza per la vecchiaia ha suscitato molte discussioni, le richieste di parola sono state numerose. A maggior ragione, è importante che transfair si impegni in maniera tenace ma corretta per i suoi membri. Il congresso di categoria ha deciso di non conferire alcun nuovo mandato di negoziazione perché le richieste della risoluzione 2014 (andare in pensione con dignità) non sono ancora state adempiute soddisfacentemente. Potremo tornare al tavolo delle trattative solo quando la Posta dimostrerà la disponibilità di negoziare sui suddetti punti e la cassa pensioni Posta avrà effettuato un'analisi seria, nonché elaborato un concetto globale.

Acquisto e vendita di vacanze

Gabriel Fischer, responsabile per la politica economica di Travail.Suisse, ha illustrato gli interessanti sviluppi storici delle vacanze. Mentre nel lontano 1879 si fissarono ancora le prime regolamentazioni per gli impiegati federali, nel 1984 è stato stabilito un minimo di quattro settimane. Dato che le vacanze fanno parte dei punti centrali di negoziazione del partenariato sociale, esistono spesso regolamentazioni speciali che vanno oltre il minimo legale. Il senso e lo scopo principale delle ferie è di concedere riposo al personale. Un'elevata durata del lavoro settimanale e del numero delle ore supplementari, nonché un tragitto di lavoro sempre più lungo sono le ragioni per cui di per sé è utile prolungare le vacanze. Anche presso la Posta vi è questa possibilità. La compensazione tramite due punti percentuali di salario per ogni settimana di vacanza aggiuntiva è equa. E anche la grande flessibilità che ne consegue è da considerarsi positiva. La vendita di vacanze, invece, è da ritenere rischiosa perché vi è il rischio che il personale venda vacanze per motivi finanziari.

Decisione sulle vacanze

Anche il tema acquisto e vendita di vacanze è stato oggetto di grandi discussioni. Durante la votazione è emerso che la maggior parte dei presenti sono soddisfatti della prassi attuale. Per questi motivi, l'accordo proseguirà. Tuttavia, transfair verificherà se la vendita di vacanze non sia illegale.

Grazie!

I partecipanti si sono complimentati con il relatore e si sono detti assai soddisfatti sulle informazioni complete e trasparenti ottenute. Il presidente di categoria Werni Rüegg ringrazia infine tutti i presenti per le interessanti e accese discussioni, nonché per l'attiva partecipazione e le riflessioni maturate durante il congresso. Le sfide sono grandi, ma uniti riusciremo a superarle.

Ambiti d'impiego
Cassa pensioni Posta