Contratto collettivo di lavoro di IMS SA

Contratto collettivo di lavoro di IMS SA ©Susann Stadter /photocase
22.07.2016

A fine giugno è stato concluso il processo di ratifica del nuovo CCL (contratto collettivo di lavoro) di IMS SA. Il 18 luglio 2016 i partner sociali hanno firmato il nuovo CCL per IMS SA, che entrerà in vigore il 1.1.2017 e durerà fino alla fine del 2019. Nel complesso si tratta di un buon CCL che implementa molti miglioramenti dal CCL Posta, riduce le possibilità di sfruttamento ed è quindi è più equo.

Importante pietra miliare

transfair è riuscito a fare in modo che molte norme fossero adeguate al CCL Posta. Tra queste rientrano i nuovi regolamenti su vacanze e giorni festivi, pause brevi, assegni familiari, premi fedeltà e anni di esperienza, oltre a miglioramenti relativamente a congedo maternità e paternità. Ora anche i nuovi assunti o il personale ausiliario sono sottoposti al CCL: si tratta di un'importante pietra miliare. I regolamenti di IMS sulla protezione contro il licenziamento e sul tempo di lavoro settimanale restano invariati, così come i salari. Anche se, considerato nel dettaglio, il giudizio può essere diverso, nel complesso si tratta di un buon CCL, in cui prevalgono i vantaggi per la maggior parte del personale.

Trattative difficili ma corrette

Dopo trattative difficili ma realistiche, il 18 luglio 2016 le tre parti negoziali hanno firmato il nuovo CCL per il personale di IMS SA. Sono sempre stati tenuti in considerazioni gli interessi del personale e la flessibilità dell'azienda, permettendo così una prosecuzione del modello aziendale di successo anche alle condizioni di mercato. Colloqui corretti e uno scambio aperto sono stati alla base di trattative di successo.

Una grande sfida

Una grande sfida è stata rappresentata dalla necessità di tenere in considerazione anche il CCL allpura (pulizia e manutenzione) e il CCL suissetec (servizio tecnico) durante i colloqui relativi all'obbligatorietà generale. Attraverso una tabella comparativa, chiamata «Sinossi», transfair ha informato tutti i membri di IMS in modo trasparente e dettagliato sulle differenze del nuovo CCL rispetto ai contratti esistenti e precedenti.

Prosecuzione del partenariato sociale comprovato

Il comprovato partenariato sociale prosegue anche in occasione dell'introduzione del CCL. transfair punta al dialogo in modo indipendente, coraggioso e personale, considerando questo modo di procedere come più efficace. Susanna Meierhans, la nuova responsabile di transfair per il partenariato sociale di IMS SA, osserverà con particolare attenzione i cambiamenti del mercato nei settori pulizia e manutenzione e servizio tecnico, per poter rappresentare così in modo attivo i dubbi esistenti sul futuro del personale. 

Ambiti d'impiego
IMS SA