Congresso della categoria Posta/Logistica: Futuro? – Futuro!

Congresso della categoria Posta/Logistica: Futuro? – Futuro! © transfair
13.04.2017

Il responsabile René Fürst e i presenti convenuti al rispettivo congresso di categoria (CC) hanno dato uno sguardo al futuro che ci pone dinnanzi a numerosi interrogativi. Oltre alle varie sfide che dovrà affrontare la Posta, i relatori ospiti si sono occupati di argomenti che riguardano noi tutti.

L’uomo ha un futuro, malgrado la digitalizzazione!
Jerôme Cosandey, responsabile di ricerca per le politiche sociali presso Avenir.Suisse, ha richiamato l’attenzione sul fatto che lo scetticismo nei confronti delle nuove opportunità offerteci dalla tecnologia non è una novità. Allo stesso tempo, ha tranquillizzato i partecipanti, sottolineando che la popolazione ha beneficiato molto del progresso, nonostante i grandi cambiamenti strutturali in atto. Le quote di disoccupazione sono diminuite, il reddito lordo aumentato e grazie allo sviluppo economico promosso dalle nuove tecnologie è stato anche possibile potenziare lo stato sociale.

E così si proseguirà anche in futuro. Alcuni posti di lavoro si trasformeranno e altri saranno creati. Altri ancora rimarranno a prova del progresso tecnologico per via delle qualità intrinseche dell’essere umano. Tenere il passo con questi cambiamenti sarà tutt’altro che facile. Tuttavia, è fondamentale considerare l’innovazione come una chance.

Posta Immobili Management e Servizi SA (IMS) verso nuovi orizzonti
Stefan Dürig, direttore di IMS, ha sottolineato che l’impresa ha tutti i motivi per essere ottimista riguardo al futuro e ciò nonostante l’azienda debba prepararsi a ingenti perdite di fatturato dovute alla trasformazione della rete di uffici postali. Concentrandosi su nuovi valori, quali la trasparenza, l’imprenditorialità e la simpatia e grazie a nuovi contenuti strategici, IMS riuscirà ad affrontare con successo le future sfide.

Sempre esisterà un futuro, la domanda è come sarà
Prima che il congresso di categoria decidesse su come procedere in merito alle trattative salariali, Manfred Wiedner, presidente del Consiglio professionale Posta/Telecom della Federazione europea del personale dei servizi pubblici EUROFEDOP/CESI, si è espresso in modo critico sulla digitalizzazione, esortando i presenti a impegnarsi anche in futuro a favore di condizioni di lavoro vantaggiose.

Salario e cassa pensioni, il CC prende posizione
Si sta tuttora negoziando con grande tenacia sui salari. René Fürst ha chiesto al CC in quale direzione debba proseguire transfair durante le negoziazioni. Il CC si è espresso a favore di un pacchetto salariale equilibrato che tenga conto di misure individuali, contributi CP e una tantum.

Anche sul consolidamento della CP Posta sono tuttora in corso negoziazioni. transfair si adopererà a favore degli interessi dei suoi associati e punterà a soluzioni sostenibili. Il CC ha deciso che bisogna concentrarsi sul mantenimento dell’obiettivo di prestazione. Inoltre, appoggia la verifica di soluzioni alternative.

Consiglio di fondazione CP Posta
Al congresso di categoria si sono presentati cinque candidati, ossia Nathalie Kunz (finora in carica, consulente RU l), Markus Mathys (nuovo, responsabile zona di recapito), Daniel Huber (nuovo, consulente RU), Fritz Bütikofer (nuovo, responsabile regione Centro di transfair) e Manuel Murer (nuovo, vice-direttore di transfair), che sono tutti stati eletti all’unanimità candidati ufficiali al consiglio di fondazione CP Posta.

Molte grazie!
Dopo il delizioso pranzo a base di specialità grigionesi, i partecipanti hanno avuto modo di discutere in seno alle loro assemblee aziendali e di unità e in seguito hanno presentato i nuovi comitati.

In conclusione, il presidente di categoria Werner Rüegg e il responsabile di categoria René Fürst hanno colto l’occasione per ringraziare tutti della partecipazione, rivolgendo un caloroso ringraziamento anche alla sezione ospitante «Calanda», al team organizzatore, al congresso di categoria e ai responsabili per la cura dei partenariati sociali.