Autunno di negoziazioni scottante

Autunno di negoziazioni scottante © white-studio
01.11.2016

Il disaccordo che regna sull’attuazione delle misure salariali 2016, sulle rispettive trattative per l’anno a venire e su un’ennesima manovra di consolidamento della cassa pensioni Posta (CP) preannunciano per i mesi di novembre e dicembre tornate di negoziazione ad alta tensione.

In linea di principio, transfair è dell’avviso che non sia opportuno mescolare temi negoziali, quali CP Posta, trattative salariali, contratto collettivo di lavoro (CCL) e piano sociale ivi integrato. La ragione sta nel fatto che questa moltitudine di argomenti porti a una confusa e incomprensibile complessità di temi per i collaboratori e che a lungo termine abbia effetti troppo diversi tra loro. A livello più generale, è invece necessario interrogarsi sulle attese poste a un datore di lavoro sociale.

Somma di denaro per gli aumenti individuali

Il 15 luglio scorso si è svolto un incontro chiarificatore tra la Posta e i sindacati contraenti, durante il quale è stata discussa l’attuazione delle misure salariali per il 2016. transfair ha criticato soprattutto il fatto che nel calcolo della massa salariale a disposizione per gli aumenti individuali non sono stati tenuti in considerazione gli stipendi che non rientrano nella fascia salariale. Durante la riunione, le parti sociali non sono riuscite a trovare un’intesa. I sindacati hanno pertanto chiesto di convocare la commissione per l’esecuzione del CCL. Alla riunione di quest’ultima, svoltasi il 7 ottobre scorso, i partecipanti si sono accordati sulla ricerca di una soluzione nel quadro di negoziati. > più info sul tema

Negoziazioni salariali per il 2017

Nel nuovo CCL 2016 sono definiti quattro parametri da osservare durante le trattative salariali. Tra questi vi è anche l’evoluzione del rincaro sulla base dell’indice nazionale dei prezzi al consumo (IPC). Rispetto all’anno scorso, il rincaro negativo è notevolmente diminuito. Tuttavia, nell’IPC non è stato tenuto conto dell’indice dei premi delle assicurazioni malattia.
 
Nonostante il leggero rincaro negativo, i nostri membri vogliono vedere risultati, grazie ai quali possono ad esempio essere finanziati gli elevatissimi aumenti dei premi delle casse malati. I costi supplementari vengono generati a causa della riduzione degli sconti delle assicurazioni complementari che, su disposizione dell’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari, possono essere al massimo del dieci per cento. La nostra federazione mantello Travail.Suisse raccomanda un aumento salariale dell’1 per cento – anche come incentivo economico.

Negoziazioni sul consolidamento della cassa pensioni Posta

Notoriamente, tutti gli istituti di previdenza dovrebbero avere l’obiettivo di garantire a lungo termine la parità di trattamento tra gli assicurati attivi e i pensionati. Di parità di trattamento si può tuttavia solo parlare se i tassi d’interesse sui capitali di risparmio degli assicurati attivi rimangono in media ai livelli del tasso d’interesse tecnico impiegato per la valutazione degli obblighi dei pensionati. Dal 2008 la CP Posta ha mancato nettamente questo obiettivo. Gli interessi sui conti di risparmio degli assicurati attivi risultano notevolmente inferiori rispetto a quelli dei pensionati, il che ha portato a una crescita sensibilmente inferiore del capitale di risparmio.

Ci si chiede, dunque, dove siano finiti questi mezzi realizzati mediante gli elevatissimi rendimenti conseguiti negli anni tra il 2009 e il 2014. In ogni caso, non sono da cercare né nei tassi d’interesse più elevati a favore degli assicurati attivi né nell’accumulazione di una riserva di fluttuazione, bensì nelle riserve che hanno preservato la Posta dall’impiegare mezzi del bilancio corrente per il consolidamento della CP Posta. Gli assicurati attivi sono irritati e si rifiutano di dover sborsare altro denaro.
 
Il nostro comitato di categoria ha designato le delegazioni alle negoziazioni e seguirà le trattative da molto vicino. Il 6 aprile 2017, i partecipanti al congresso di categoria Posta/Logistica avranno la possibilità di esprimersi democraticamente sui rispettivi risultati.
Ambiti d'impiego
La Posta Svizzera