Sì al rafforzamento della catena della mobilità – sì al FOSTRA

Sì al rafforzamento della catena della mobilità – sì al FOSTRA © monticellllo
06.02.2017

transfair si esprime a favore del Fondo per le strade nazionali e il traffico d’agglomerato (FOSTRA) e di conseguenza per solide basi a favore dell’intera catena di mobilità. Il pendant al progetto FAIF, nel settore del traffico ferroviario, serve a garantire a lungo termine il finanziamento delle strade nazionali. Inoltre, in tal modo viene sancito a livello costituzionale che anche in futuro si potranno sostenere finanziariamente i progetti per il traffico d’agglomerato pubblico.

Del FOSTRA non approfitta solo il traffico privato. Dato che il progetto contribuisce a eliminare impasse, ad amplificare la rete stradale nazionale e a garantire l’esercizio e la manutenzione delle strade nazionali, risultano vantaggi anche per il traffico pubblico: le strade non sono fondamentali soltanto per il traffico automobilistico, bensì anche per quello pubblico, il quale per due terzi avviene pur sempre su strada. Rafforzare il traffico d’agglomerato non solo è fondamentale per gli utenti della strada individuali, ma anche per i nostri membri e partner sociali nel settore dei trasporti pubblici. Un forte aumento del traffico si registra soprattutto nelle agglomerazioni. Ed è soprattutto in quelle zone che i progetti per il traffico di tram, autobus, biciclette e pedoni devono essere favoriti in maniera sostenibile.

Sì al FOSTRA

Il progetto garantisce una rete stradale duratura ed efficiente, di cui tutti noi possiamo approfittare, in particolare nell’ambito dei trasporti pubblici. Nonostante 650 milioni di franchi vadano a carico della cassa di bilancio generale della Confederazione e transfair abbia auspicato una partecipazione finanziaria più cospicua del traffico individuale, raccomandiamo un sì al FOSTRA.
Ambiti d'impiego
Politica