Sì al FAIF!

Sì al FAIF! © 2013-VöV / LITRA
22.01.2014

Il FAIF sarà sottoposto a votazione popolare il 9 febbraio 2014 e transfair porrà nell'urna un convinto «Sì» perché questo progetto rappresenta una necessità irrinunciabile per il nostro Paese. Solo una rete ferroviaria efficiente e di elevata qualità è in grado di collegare tutte le regioni del Paese. La rotaia congiunge le regioni montane e periferiche con i grandi agglomerati urbani e collega tra loro le persone.

Il FAIF torna utile a tutte le regioni del nostro Paese. L'ampliamento della stazione di Ginevra di due binari è solo uno dei tanti esempi di come la Svizzera romanda potrà profittare del FAIF. Nella regione nord-occidentale, la separazione dei flussi di traffico a Muttenz, Pratteln e Liestal dovrebbe permettere un aumento dei collegamenti verso Basilea. Grazie all'ampliamento pianificato del tracciato Zurigo-Zugo-Lucerna ne potranno beneficiare anche la Svizzera centrale e il Ticino. Tra Lugano e Locarno diversi progetti di ampliamento a binario doppio dovrebbero inoltre creare nuove capacità. Ulteriori potenziamenti sono previsti anche in direzione est, soprattutto sui tracciati Zurigo-Coira e San Gallo-Coira.

 

Un finanziamento sostenibile e orientato verso il futuro dell'infrastruttura ferroviaria è di assoluta necessità: già oggi il traffico pubblico trasporta giorno dopo giorno milioni di lavoratori sul luogo d'impiego e dà lavoro a più di 100.000 persone. Grazie al FAIF anche questi posti di lavoro saranno garantiti.