Pressione in aumento sul servizio pubblico, risultati salariali contrastanti

Pressione in aumento sul servizio pubblico, risultati salariali contrastanti ©transfair
16.12.2019

La pressione economica e politica persiste sul servizio pubblico per quanto riguarda il suo finanziamento. In particolare, l'onere che poggia sulle spalle dei dipendenti del settore pubblico deve essere compensato con misure salariali dignitose. La ristrutturazione e la riduzione dei costi del personale non costituiscono una strategia affidabile. Mentre il contesto economico del 2019 è florido, transfair rivendica misure salariali reali e generali. I risultati salariali conclusi finora lasciano una sensazione contrastante.

I risultati delle discussioni salariali sono segno della diversità dei settori nei quali si evolve transfair, il sindacato del servizio pubblico. Mentre alcuni risultati possono essere considerati positivi, altri deludono le aspettative dei collaboratori. Dato che le trattative salariali non sono iniziate o terminate in due categorie di transfair, fare un'analisi definitiva dei risultati 2020 risulta complicato. Sono comunque visibili alcune tendenze.

transfair tenta di contrastare la tendenza agli aumenti salariali individuali e ottenere misure reali e generali. Reali poiché il potere d'acquisto del personale deve aumentare. Generali poiché queste misure fanno partecipare il personale nel suo insieme al successo dell'impresa. Per il momento, nonostante alcune eccezioni, è deplorevole che le misure individuali siano la norma. Soprattutto quando le riorganizzazioni e la riduzione dei costi nel servizio pubblico seguono il loro corso, tra cui l’Ulteriore sviluppo dell’esercito (USEs) in seno all'Amministrazione pubblica e il progetto «Papillon» di AutoPostale. Con l'avvento della digitalizzazione, le forme di lavoro stanno subendo un profondo mutamento. Si pone la questione della continuità o della scomparsa di alcune professioni del settore pubblico. I partner sociali di transfair devono garantire l’impiegabilità del loro personale sottoposto a un'insicurezza crescente. Parallelamente, il sindacato tenta di trovare soluzioni soddisfacenti con i suoi partner sociali per il finanziamento delle casse pensioni che si trovano in difficoltà a causa delle riduzioni dei tassi di conversione e del basso livello dei tassi di interesse offerti sui mercati finanziari.

I segnali dell'economia svizzera sono positivi. Il rincaro 2019 è valutato allo 0,5 per cento e la crescita del PIL allo 0,8 per cento (la crescita del PIL 2020 è stimata all'1,7 per cento). I premi dell'assicurazione malattia di base sono aumentati dell'1,1 per cento nel 2019. transfair insiste presso i suoi partner sociali affinché questo parametro sia preso in considerazione durante le discussioni salariali.
 
Comunicazione: il personale merita riconoscenza
Presso Swisscom le negoziazioni salariali sono state avviate a inizio dicembre 2019. transfair chiede l'1,5 per cento di aumento della massa salariale.

Swisscom può contare su un personale di qualità, i cui servizi permettono all'azienda di raggiungere prestazioni durevoli: nei tre primi trimestri 2019, l'azienda indica un fatturato netto di oltre 8 miliardi di franchi e un utile netto di oltre 1,1 miliardi di franchi. In cambio, questo personale ha il diritto di raggiungere un chiaro segnale di riconoscenza e misure generali e reali per il 2020.
 
I termini «riorganizzazione» ed «esternalizzazione» sono divenuti linguaggio comune presso Swisscom. Il trasferimento di circa 1000 collaboratori dal Customer Field Services (Swisscom) a cablex viene seguito da vicino da transfair. Negli obiettivi strategici del Consiglio federale per le aziende vicine alla Confederazione, si chiede alle imprese di rimanere attrattive sul mercato del lavoro, in particolare per attirare i talenti. Nel corso degli anni, le ristrutturazioni riguardanti varie migliaia di dipendenti sono in contrasto con questo obiettivo. La pressione esercitata sui collaboratori nonché l'insicurezza nella quale si evolvono giustificano misure salariali generali e reali.
 
Posta/Logistica: i risultati saranno disponibili nel 2020
La crescente pressione esercitata sul personale della Posta aumenta. Presso PostLogistics SA, ad esempio, l'aumento del volume dei pacchi mette i collaboratori a dura prova. Le ore di lavoro supplementari effettuate, nonché i maggiori bisogni di flessibilità della Posta danneggiano i collaboratori e riflettono un ambiente di lavoro esigente. È ora di ricompensare il personale.

I CCL attualmente in vigore con la Posta (Posta CH SA, PostFinance SA e AutoPostale SA) prevedono l’attuazione delle misure salariali ad aprile e la messa a disposizione di almeno lo 0,4 per cento della massa salariale totale ogni anno. Ciò non è legato al rincaro annuo. Le trattative salariali sono state avviate all'inizio di dicembre 2019. La Posta CH SA presenterà nuovamente degli ottimi risultati. transfair rivendica l'aumento delle fasce salariali ai livelli del rincaro 2019. Il lavoro di qualità fornito dal personale deve inoltre essere ricompensato da misure generali e reali. Per transfair, la questione del rendimento del capitale di risparmio della cassa pensioni Posta è anch'esso un indicatore importante. Se il tasso di interesse è troppo basso, il livello degli stipendi deve aumentare, a titolo di compensazione, per raggiungere l'obiettivo di prestazione desiderato. Il sistema della matrice salariale implementato nel 2018 ha dimostrato la sua validità, in particolare per quanto riguarda l’adeguamento dei salari tra uomini e donne. transfair vuole mantenere questo sistema di distribuzione basato su una parte obbligatoria (generale) e una parte individuale.
Attualmente transfair negozia il nuovo CCL Posta CH SA. La pianificazione del tempo di lavoro (tempo parziale), la compatibilità riuscita tra vita privata e vita professionale e il perfezionamento dei collaboratori sono i temi centrali delle trattative. transfair desidera che il fatto di tenere conto dell'aumento dei premi malattia nelle trattative salariali diventi un automatismo. Nella primavera 2020 i CCL PostFinance SA e AutoPostale SA saranno rinegoziati.

Trasporti pubblici: risultati contrastanti
Le misure previste sin dal 2016 nel quadro del pacchetto di stabilizzazione della cassa pensioni FFS sono valide anche per il 2020. Dato che il rincaro annuale 2019 non supera l'1,2 per cento, si rinuncia alle trattative salariali. Dal 2016 e fino al 2020, lo 0,8 per cento della massa salariale è dedicato a misure salariali individuali. Lo 0,15 per cento si aggiunge a questo 0,8 per cento per i giovani collaboratori nella progressione salariale. Ne beneficia il personale delle due fasce salariali più basse.

Il valzer delle misure individuali in corso da diversi anni a livello di imprese di trasporto regionali quest'anno viene attenuato da alcuni buoni esempi di aumenti generali. Per quanto riguarda i TMR, il personale riceverà un promettente aumento generale dell'1,8 per cento nel 2020. transfair sottolinea anche il risultato ottenuto presso la BLS: l’impresa concede lo 0,5 per cento a titolo generale come compensazione del rincaro nonché un pagamento unico per i collaboratori sottoposti al CCL, calcolato in base al tasso d’occupazione. Con questo sistema, gli impiegati che lavorano al 100 per cento riceveranno al massimo la somma di 1100 CHF. Un dipendente a tempo pieno con un reddito annuo di 80’000 CHF riceverà un aumento generale di 400 CHF (0,5 per cento) e un premio unico di 700 CHF (totale 1100 CHF). Questo risultato è importante poiché l'ultimo aumento generale della BLS risale al 2012. La BLS concede anche l'1,1 per cento degli aumenti individuali nel quadro della progressione salariale.

Gli aumenti generali non sono ancora di gran lunga la norma per le imprese di trasporto regionale. In particolare presso la RhB, l'1 per cento della somma salariale sarà utilizzato per misure individuali. Nel 2020 Securitrans concederà un aumento salariale individuale dello 0,9 per cento. Il MGB concederà uno 0,8 per cento individuale.

Amministrazione pubblica: un compromesso soddisfacente
Nel 2020 i dipendenti della Confederazione riceveranno un aumento di stipendio generale dell'1 per cento. Oltre alla compensazione del rincaro, il personale federale riceverà quindi un aumento reale dello 0,5 per cento. transfair aveva chiesto un aumento salariale generale del 2 per cento in considerazione degli ottimi conti che la Confederazione ha presentato per il 2018, con un'eccedenza di 2,9 miliardi di franchi. La rivendicazione iniziale di transfair era quindi giustificata. Ma il sindacato ne è cosciente: ciò che poteva essere possibile è stato raggiunto per il 2020.
 
Questo aumento di stipendio reale è più che meritato. In effetti, l'evoluzione salariale è rimasta indietro presso la Confederazione. Da anni ormai, le misure salariali generali in questo settore sono inferiori a quelle del settore privato. Era quindi giunto il momento di aumentare i salari in termini reali. Anche le proiezioni per il 2019 prevedono un'eccedenza di 1 miliardo di franchi. Con un'eccedenza prevista di 0,5 miliardi di franchi, anche il budget 2020 dovrebbe essere positivo. Anche se transfair ha ottenuto il miglior risultato possibile, il sindacato ritiene che vi sia spazio per un aumento maggiore in considerazione dell'esigua evoluzione salariale concessa dalla Confederazione negli ultimi anni.
 
Dal lato dei PF, le richieste per il 2020 erano simili a quelle della Confederazione. Il Consiglio dei PF ha inoltre garantito al personale del settore un aumento generale dell'1 per cento. Oltre alla compensazione del rincaro, i collaboratori beneficeranno pertanto di un aumento reale dello 0,5 per cento.

> Tabella risultati salariali 2020
Ambiti d'impiego
Servizio pubblico