Nuova co-presidenza per transfair

Nuova co-presidenza per transfair Greta Gysin & Thomas Ammann © GabyMöhl/transfair
03.09.2020

A causa del Coronavirus, non sono stati spostati solo concerti, rappresentazioni teatrali o festival: anche l’assemblea dei delegati, prevista per il mese di maggio 2020, ha dovuto essere posticipata al 3 settembre 2020. Nonostante le dimissioni del presidente Stefan Müller-Altermatt abbiano lasciato una punta d’amaro, l’elezione della nuova co-presidenza, composta da Greta Gysin e Thomas Ammann, è stata il vero e proprio culmine della giornata.

La missione politica continua

Le dimissioni dalla carica di presidente di transfair di Stefan Müller-Altermatt, che per motivi personali ha deciso di concentrarsi sulla sua famiglia e sulla politica, hanno suscitato non poca delusione. Tuttavia, anche in fututo transfair potrà contare sul suo forte appoggio in Parlamento, dove continuerà a sostenere il sindacato come portavoce dei lavoratori. 

Cosa che ha fatto anche in occasione dell’assemblea dei delegati, richiamando l’attenzione sulle votazioni del 27 settembre 2020. A Stefan Müller-Altermatt e a tutto il sindacato transfair sta particolarmente a cuore il disegno di legge sull’indennità per perdita di guadagno. Ciò che può sembrare complicato, in realtà è molto semplice: si tratta dell’introduzione di 2 settimane di congedo di paternità. transfair ha partecipato a questo progetto sin dall’inizio. Il messaggio rivolto a tutti è pertanto chiaro: sì al congedo di paternità, sì alla modifica dell’indennità per perdita di guadagno. 

Elezione di una nuova co-presidenza

A una presidenza deve necessariamente seguirne un’altra. transfair è orgoglioso e felice di poter presentare la nuova co-presidenza. Thomas Ammann, vicepresidente finora in carica, e Greta Gysin, Consigliera nazionale, ex responsabile della regione Est ed ex membro del Consiglio esecutivo, assumeranno questo importante incarico congiuntamente e accompagneranno transfair verso il futuro. 

Dario Pollinger è stato riconfermato all’unanimità come membro del Comitato. Anche la Commissione della gestione è di nuovo al completo: in futuro sarà Urs Baumgartner a controllare con occhio arguto le finanze. 

Categoria Posta/Logistica: nuovo Regolamento delle quote sindacali

Con la rinegoziazione del CCL Posta CH arriva anche un nuovo Regolamento delle quote sindacali. A causa dell’aumento del contributo di solidarietà per i collaboratori non sindacalizzati, transfair deve adeguare per legge le quote sindacali: la quota sindacale e il contributo di solidarietà devono differire sensibilmente. Come novità, a partire dal 1° gennaio 2021 il contributo mensile sarà pertanto fissato in base allo stipendio annuo lordo, anziché come finora in base al tasso d’occupazione. Il nuovo sistema soddisfa da un lato i requisiti di legge e dall’altro è più equo di quello in vigore. 

transfair informerà i membri interessati della categoria Posta/Logistica per iscritto. 

Ambiti d'impiego
Servizio pubblico