120'000 firme raccolte per l'iniziativa a favore di un congedo di paternità

120'000 firme raccolte per l'iniziativa a favore di un congedo di paternità © Africa-Studio-Fotolia
03.06.2017

Iniziativa popolare è presentata questa estate

Quasi esattamente un anno fa, le associazioni mantello dei lavoratori (Travail.Suisse), delle famiglie (Pro Familia Svizzera) e delle donne (Alliance F) nonché le organizzazioni degli uomini e dei padri (männer.ch) hanno lanciato assieme a più di 140 associazioni aderenti l’iniziativa popolare «Per un congedo paternità sensato – a vantaggio di tutta la famiglia». Dopo il rush finale, caratterizzato dal grande impegno da parte di tutte le persone coinvolte, e un giorno prima della Festa dei papà svizzera, l’associazione «Il congedo di paternità, subito!» ha il piacere di rendere noto di aver raggiunto l’obiettivo di oltre 120’000 firme totalizzate! La raccolta si è dunque conclusa e quest’estate saranno inoltrate le firme.

Dopo più di 30 interventi a favore di un congedo parentale e di paternità respinti dal Parlamento negli ultimi 10 anni, un’ampia alleanza della società civile ha deciso di lanciare un’iniziativa popolare per un congedo di paternità di 20 giorni, fruibile flessibilmente. Oggi è un grande giorno perché sono state raccolte più di 120’000 firme. «Siamo orgogliosi di poter inoltrare l’iniziativa per un congedo di paternità già un anno dopo l’inizio della raccolta firme. E siamo felicissimi di poter fare ai padri di tutta la Svizzera questo grande regalo per la Festa dei papà», sottolinea Adrian Wüthrich, presidente dell’associazione «Il congedo di paternità, subito!»

Modello intelligente e situazione win-win per entrambe le parti
Stando a un sondaggio, più dell’80 per cento degli aventi diritto di voto sono a favore di un congedo di paternità. Oggi, i padri sono molto più presenti nelle famiglie rispetto a 30 anni fa: la maggior parte delle mamme ricomincia a lavorare dopo il congedo di maternità e le famiglie non vivono più così vicine da permettere ai nonni di venire in aiuto. Tutti questi fatti parlano chiaro: un solo giorno di congedo di paternità non corrisponde più alle esigenze delle famiglie del giorno d’oggi. Il presente modello, con 20 giorni di congedo fruibili flessibilmente, rappresenta una soluzione ragionevole e degna delle peculiarità svizzere. È a misura di famiglia, perché permette ai padri di essere presenti per la loro compagna ed eventuali fratelli e sorelle maggiori dopo la nascita del neonato. Ed è a misura di datore di lavoro, perché consente ai lavoratori di sesso maschile di negoziare una soluzione adatta per entrambe le parti. Subito dopo la nascita del bambino, un padre avrebbe così la possibilità di rimanere a casa per due settimane e fruire dei rimanenti singoli giorni di congedo durante il primo anno di vita del figlio o, in alternativa, di accudirlo per un giorno di ciascuna delle 20 settimane successive al parto.

Congedo di paternità: una chance per l’economia svizzera
L’attuale situazione in Svizzera è tutt’altro che equa: le grandi imprese possono infatti permettersi di accordare ai neopadri un congedo pagato, le piccole invece no. La fortuna bacia dunque solamente i padri impiegati presso grandi aziende che dispongono di condizioni di lavoro moderne e di un contratto collettivo di lavoro. «Le PMI presenti sul mercato del lavoro svizzero sono svantaggiate dalla situazione attuale. Serve una soluzione a livello nazionale per tutti i lavoratori e tutte le imprese», sostiene Clivia Koch, vice-presidente dell’associazione «Il congedo di paternità, subito!» La maggior parte dei padri è dunque costretta ad accontentarsi di un solo giorno, sacrificare giorni di vacanze o prendersi un congedo non retribuito che non tutti possono permettersi. Il presente modello, che prevede un finanziamento attraverso l’indennità per perdita di guadagno (IPG), offre invece a tutte le ditte la possibilità di offrire un congedo di paternità ai propri collaboratori – e tutto questo a prescindere dalla grandezza dell’impresa. In altre parole: il modello garantisce a tutte le aziende le stesse condizioni.

Una campagna online coronata dal successo
Sul sito wecollect.ch 60‘000 persone hanno espresso la volontà di firmare l’iniziativa a favore di un congedo di paternità. Più della metà è passata dalle parole ai fatti: con 29'000 firme raccolte, l’iniziativa ha dunque mostrato una nuova possibilità di come la democrazia può funzionare in futuro. «Grazie alla nostra iniziativa e a una campagna online ci siamo impegnati a livello politico e siamo riusciti a raggiungere numerose persone poco interessate ai temi politici e probabilmente anche persone che fino ad ora non hanno mai firmato un’iniziativa. Questo dimostra il grande sostegno a favore di questo progetto, il quale ci porterà ad affrontare uniti il futuro dibattito poltico», sottolinea Wüthrich.

Per maggiori informazioni: www.congedo-paternita.ch
 
Ambiti d'impiego
Conciliabilità tra lavoro e famiglia, Politica