Swisscom: le esternalizzazioni proseguono

Swisscom: le esternalizzazioni proseguono © Swisscom
09.07.2020

Il sindacato transfair ha appreso con grande preoccupazione che proseguirà il trasferimento del settore DevOps di Swisscom.

Dopo Rotterdam, ora è la città di Riga ad essere interessata dalla strategia di esternalizzazione di Swisscom. Swisscom fornisce due motivi per giustificare questa strategia:
  1. la penuria di specialisti di Software Engineering in Svizzera;
  2. l’aumento della domanda sul mercato e l’impegno di Swisscom a rimanere competitiva.
transfair non nasconde la sua preoccupazione in merito a questa strategia: Swisscom non solo ha scelto la strada più semplice, ma preferisce anche dare la precedenza ai posti di lavoro all'estero a scapito di quelli in Svizzera. Swisscom dovrà dimostrare che questa decisione preserverà effettivamente i posti di lavoro esistenti in Svizzera e ne creerà di nuovi, e che con questa strategia tornerà ad occuparsi di attività che attualmente sono affidate a fornitori di servizi esterni.

Se in Svizzera è difficile trovare dei Software Engineer, questa politica di esternalizzazione non rappresenta un incentivo per la formazione di futuri professionisti. Inoltre non è chiaro, se in futuro questa politica potrà essere trasmessa anche ad altri settori aziendali o essere adottata per lo sviluppo di nuovi prodotti. Il personale non può sistematicamente pagare il prezzo per il mantenimento della competitività e del controllo sui costi.
Ambiti d'impiego
Swisscom