Salt: garantire buone condizioni d'impiego

Salt: garantire buone condizioni d'impiego © simonthon.com / photocase.com
30.04.2015

Il 27 aprile 2015 Orange ha cambiato nome e d’ora in poi si chiamerà Salt. Per transfair è arrivato pertanto il momento di convincere i responsabili dell'azienda a negoziare un contratto collettivo di lavoro (CCL).

Il 18 dicembre 2014, i fondi gestiti da Apax Partners hanno reso noto di acconsentire alla vendita di Orange Communications SA a NJJ capital per un valore di 2,8 miliardi di franchi svizzeri. "La priorità sarà gestire Orange Svizzera in sintonia con l’ambiente e con le specificità del mercato elvetico" ha dichiarato a questo proposito Xavier Niel, il nuovo proprietario di Orange Svizzera.

Per transfair è arrivato pertanto il momento di convincere i responsabili dell'azienda a negoziare un contratto collettivo di lavoro (CCL):
  • al fine di offrire stabilità per il personale a livello delle condizioni d'impiego;
  • al fine di essere in sintonia con il mercato elvetico.
Il settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione si adatta costantemente alle nuove tecnologie. Questa evoluzione deve essere realizzata anche a livello del partenariato sociale e delle condizioni d'impiego.
 
Ambiti d'impiego
Salt