Contratti a tempo (in)determinato: un effetto collaterale delle misure di risparmio

Contratti a tempo (in)determinato: un effetto collaterale delle misure di risparmio © dominik schwarz/photocase
18.04.2018

«Il Consiglio federale deve rivedere la strategia di proprietario di Swisscom e porre fine alle soppressioni di personale». È questo, in sostanza, il messaggio di una petizione che circola attualmente. Una tale rivendicazione ha il merito di risollevare una situazione problematica della quale transfair si occupa già da parecchio tempo. In effetti, per il personale è sempre più difficile ottenere un contratto a tempo indeterminato presso Swisscom.

transfair è consapevole della situazione precaria e osserva e analizza molto attentamente gli avvenimenti. Inoltre, transfair ha preso atto delle domande e osservazioni critiche espresse dal personale e dà risposte.
 
Un contesto pieno di sfide per Swisscom
Swisscom opera in un mercato caratterizzato da una costante evoluzione tecnologica e una concorrenza sempre più aggressiva. Paradossalmente, il Consiglio federale, che assegna gli obiettivi strategici a Swisscom, esige soprattutto in termini di competitività un rafforzamento della regolamentazione nel quadro della revisione della legge sulle telecomunicazioni. Questo avrà un pesante impatto sullo sviluppo dell’impresa. Ciò non impedirà tuttavia alla Confederazione, in qualità di azionista principale, di beneficiare del dividendo di 22 franchi per azione. Senza entrare nei dettagli, ci teniamo a sottolineare che gli ambiziosi obiettivi fissati sono sempre stati raggiunti o addirittura superati. 
 
La pressione si ripercuote sul personale
Mentre nell’arco di otto anni da una parte sono state soppresse diverse migliaia di posti di lavoro a tempo pieno, dall’altra ne sono stati creati meno della metà. E la pressione aumenterà ulteriormente: Swisscom, che nel 2016 aveva annunciato di voler ridurre la base dei suoi costi di 60 milioni di franchi all’anno entro il 2020, ha infatti deciso di rincarare la dose e portare l’obiettivo a 100 milioni all’anno tra il 2018 e il 2020. Le conseguenze sono evidenti:
  • proseguimento e rafforzamento delle riorganizzazioni;
  • aumento dei licenziamenti;
  • crescita della pressione sul personale.
 
Gli obiettivi di transfair
transfair è consapevole del fatto che Swisscom è costretta a trasformarsi per il futuro. Il processo di adeguamento, però, non deve svolgersi sulle spalle del personale. Il sindacato presterà pertanto particolare attenzione alle esigenze dei suoi associati. L’obiettivo dichiarato di transfair è di accompagnare il personale di Swisscom e Swisscom verso un futuro proficuo. Il sindacato si concentra pertanto sui seguenti aspetti:
  • transfair desidera mantenere la competitività di Swisscom.
  • transfair auspica che il Consiglio federale prenda coscienza dell’impatto che avranno gli obiettivi fissati sul personale di Swisscom.
  • transfair desidera che l’obiettivo finanziario «Swisscom assicura e incrementa a lungo termine il valore dell’impresa» non si realizzi sistematicamente attraverso un aumento esponenziale dei licenziamenti. Swisscom deve concentrarsi su altre possibili soluzioni.
  • transfair ricorda che l’obiettivo in materia di personale «Swisscom si presenta sul mercato come datore di lavoro attrattivo, per poter disporre di personale valido con cui instaurare rapporti durevoli di collaborazione» deve assolutamente essere rispettato!
Le soluzioni
Bisogna riconoscere che il processo di partecipazione e l’attuazione delle misure previste dal piano sociale permettono, anno dopo anno, di attenuare gli effetti delle ristrutturazioni sul personale, senza tuttavia rallentare o fermare il processo in corso. Una risoluzione dedicata a questa situazione precaria sarà sottoposta al voto dei delegati di transfair in occasione del prossimo congresso che si terrà nel mese di maggio 2018.  transfair prospetta la possibilità di accompagnare questa risoluzione da un intervento parlamentare all’attenzione del Consiglio federale. Così facendo, il sindacato potrà contare sul sostegno del suo presidente Stefan Müller-Altermatt e del suo vice-presidente Thomas Ammann.
 
Il personale sarà informato a tempo debito sulle misure adottate da transfair.

Aderisci ora a transfair!
transfair rende forti! Aderisci ora al nostro sindacato e fai di transfair il tuo braccio forte sul posto di lavoro. Come sindacato dinamico, ci impegniamo affinché il tuo lavoro ottenga il giusto riconoscimento. Per potenziare ulteriormente il nostro influsso e rappresentare ancora meglio i tuoi interessi, abbiamo bisogno di nuovi associati. Dato che il nostro budget per misure pubblicitarie è piuttosto limitato, puntiamo anche sulla promozione «Membri reclutano membri». Grazie per il tuo prezioso sostegno.
Ambiti d'impiego
Swisscom