transfair negozia con l’AFD sulle future condizioni di lavoro

transfair negozia con l’AFD sulle future condizioni di lavoro © Eidgenössische Zollverwaltung
15.09.2021

Dall’inizio di maggio 2021, transfair sta negoziando con l’Amministrazione federale delle dogane (AFD) sulle future condizioni d’impiego del personale nel settore di servizi Operazioni. Ora sono disponibili i primi risultati intermedi. Le trattative sui diversi temi proseguiranno tuttavia fino alla fine del 2022.

Da maggio 2021, transfair e le altre associazioni del personale sono in trattativa con l’AFD per chiarire importanti domande che riguardano le future condizioni di lavoro. Al centro delle discussioni vi sono la classe salariale della futura funzione degli specialisti dogana e sicurezza dei confini, la pianificazione dei giri di servizio, il rimborso spese e la formazione e formazione continua dei collaboratori.
 
Diverse tornate negoziali in diversi gruppi di lavoro hanno portato ai primi risultati intermedi. Le trattative proseguiranno fino alla fine del 2022. I gruppi di lavoro stanno discutendo su temi quali le spese e i supplementi, la pianificazione dei servizi, le disposizioni sugli orari di lavoro, la protezione della salute e le regolamentazioni in materia di pensionamento.

Nuova classe salariale

I partner sociali hanno elaborato le descrizioni dei posti di lavoro per le nuove funzioni, incluse le specializzazioni «merci», «persone» e «mezzi di trasporto». Tuttavia, per i partner sociali non sarà possibile negoziare l’assegnazione della classe salariale, che invece sarà effettuata dall’Ufficio federale del personale. Per transfair la base di discussione per le nuove funzioni rimane la rivendicazione iniziale, ossia la classe salariale 18.
 
Gli adeguamenti salariali avverranno al momento della firma del contratto individuale, la stessa cosa vale per le garanzie salariali. Ad eccezione dei quadri che hanno già accettato una posizione con la riserva della nuova classe salariale, questo sarà presumibilmente la prassi a partire dalla metà del 2023.

Trasferimento dei collaboratori attuali

Per questo personale sono stati raggiunti già importanti risultati. L’AFD assicura che la trasformazione non darà luogo ad alcun licenziamento. Ci saranno soluzioni adeguate qualora, a causa di ragioni personali oggettive, sarà impossibile un trasferimento al nuovo profilo professionale. Inoltre, continueranno ad esistere anche in futuro posti di lavoro per i quali non servirà essere armati. Se è necessario cercare un nuovo posto di lavoro, l’AFD cercherà di trovare soluzioni che soddisfino almeno i requisiti stabiliti nel piano sociale.
 
In linea di massima, tutti devono ottenere la possibilità di passare al nuovo profilo professionale. Le formazioni e formazioni continue necessarie vengono offerte a tutti i collaboratori. Inoltre, tutto il personale riceverà assistenza per soddisfare i requisiti anche se, ad eccezione della formazione sulla tecnica della sicurezza e di intervento (TSI), non dovrà essere soddisfatta alcuna norma di prestazione.

Agevolazioni per i collaboratori anziani

Per i collaboratori ultra 50enni, si intende mettere al vaglio alcune semplificazioni. A tale proposito, saranno testate nuove forme di pianificazione dei servizi nel quadro di progetti pilota nelle regioni. L’obiettivo di queste agevolazioni è di ridurre i disturbi alla salute di questi collaboratori. I contenuti saranno ulteriormente approfonditi in uno dei nuovi gruppi di lavoro.

Nel complesso si è a buon punto

Per transfair i risultati intermedi sono rallegranti. In molti ambiti mancano ancora risultati concreti, i quali come già menzionato saranno però discussi nei nuovi gruppi di lavoro. Ad ogni modo si sta procedendo nella direzione giusta. Finora l’AFD si è dimostrata aperta e disposta a dialogare sulle rivendicazioni delle associazioni del personale. In linea di principio i partner sociali sono ampiamente d’accordo.
 
Ora è importante proseguire con questo spirito, in quanto il «duro lavoro», ossia l’elaborazione delle regolamentazioni concrete, deve ancora concretizzarsi. transfair si impegnerà ad assicurare che il dialogo costruttivo continui anche a questo livello al fine di poter trovare buone soluzioni per il personale dell’AFD.
 
Tutti i dettagli sui risultati intermedi.
Ambiti d'impiego
AFD, Corpo delle guardie di confine