transfair a colloquio con l’AFD

transfair a colloquio con l’AFD © Eidgenössische Zollverwaltung EZV
13.05.2020

Quali sono gli sviluppi per quanto riguarda DaziT? Come si svolge il processo di selezione nelle regioni? E in che modo in futuro i collaboratori otterranno gli indumenti di servizio? transfair ne ha discusso con l’Amministrazione federale delle dogane (AFD). Inoltre, nell’incontro tra le parti sociali è stato integrato anche lo scambio settimanale sul Coronavirus.

Mentre il Consiglio federale ha reso note le prime misure di allentamento per l’economia privata, per l’AFD per il momento non cambia granché. Al contrario, quando saranno riaperti più valichi di frontiera e più aziende ricominceranno a essere operative, l’onere lavorativo dei collaboratori dell’AFD aumenterà ulteriormente.
 
In occasione dell’incontro tra i partner sociali del 29 aprile 2020, transfair ha presentato le diverse richieste dei suoi membri. Manca tuttora il consenso per quanto riguarda le mascherine di protezione. Ancora adesso l’AFD non è disposta a metterle liberamente a disposizione dei collaboratori. L’AFD deve verificare ancora alcuni luoghi di lavoro proposti da transfair in termini di misure di protezione.

DaziT: nelle regioni è in corso il reclutamento dei quadri

Dopo la designazione dei capi delle regioni neocostituite, fino all’autunno del 2020 sarà in corso un bando di concorso per i responsabili a livello locale. Il processo è organizzato in modo tale da permettere una selezione equa, aperta e oggettiva.
 
Molti fattori non sono ancora noti, come ad esempio l’esatta classificazione delle funzioni. A causa delle nuove strutture di dogana e Corpo delle guardie di confine, l’AFD sta elaborando un nuovo sistema salariale. Inoltre, non è ancora chiara nemmeno la definizione delle strutture locali, che saranno però precisate in autunno. L’AFD elaborerà a questo scopo una struttura modello.
 
I partner sociali saranno coinvolti in tutte le attività così come nel processo di selezione dei collaboratori.

Alloggi di servizio in standby, status quo negli indumenti di servizio

Nel quadro di un gruppo di lavoro, l’AFD ha verificato insieme a transfair le zone speciali per gli alloggi di servizio. Tuttavia i lavori, che presumibilmente riprenderanno alla metà dell’anno, sono al momento in stallo a causa della crisi del Coronavirus. 
 
Inoltre, anche nella nuova struttura si intende mantenere il sistema a punti per quanto riguarda l’ordinazione degli indumenti di servizio.

Il dialogo prosegue

La conferenza d’informazione annuale con la direzione dell’AFD deve essere spostata all’autunno del 2020. Gli scambi settimanali sul Coronavirus proseguiranno come di consueto. transfair rimane in contatto con l’AFD e continuerà ad adoperarsi anche in futuro per gli interessi dei suoi collaboratori.
Ambiti d'impiego
AFD