Sistema salariale della Confederazione alla svolta

Sistema salariale della Confederazione alla svolta © transfair
23.05.2016
È noto già da tempo che la Confederazione desidera rielaborare il proprio sistema salariale. Tuttavia, l’intenzione non è di crearne uno del tutto nuovo, bensì di sviluppare ulteriormente quello esistente. Al momento l’attuale sistema salariale è sottoposto a un’approfondita analisi da parte di esperti esterni. La pubblicazione del rispettivo rapporto è prevista entro l’inizio dell’autunno 2016. Sulla base di questo documento, anche transfair parteciperà alle discussioni per rappresentare la posizione del sindacato e dei suoi associati.



Sistema salariale: quo vadis?
Tra i probabili temi in discussione figurano la valutazione delle prestazioni, l’aumento salariale individuale e l’indennità di residenza. In quale direzione si svilupperà il tutto è però tuttora un’incognita. Per transfair è chiaro che il sistema salariale ulteriormente sviluppato non deve essere soggetto a manovre di risparmio. Garanzie in questo senso erano già state concesse dall’ex Consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf ai sindacati. Stando alle dichiarazioni rilasciate dal capo del Dipartimento federale delle finanze Ueli Maurer, verrà posto l’accento su miglioramenti pragmatici. L’obiettivo è di creare un sistema salariale equo che premi le buone prestazioni. Criterio, questo, di cui si servirà anche transfair per valutare le proposte di miglioramento.