Sfide 2016 della categoria Amministrazione pubblica

Sfide 2016 della categoria Amministrazione pubblica © xcid/fotolia.com
25.02.2016

transfair rende forti sempre più collaboratori occupati nel settore dell'amministrazione pubblica. Nel 2015 abbiamo registrato un'ulteriore crescita dei nostri iscritti e in particolare dei giovani. Anche nel 2016 vogliamo convincere i lavoratori a puntare su un partner forte come transfair. transfair si impegna con determinazione affinché i programmi di stabilizzazione in futuro non prendano di mira i collaboratori federali. Per raggiungere questo scopo è fondamentale il reciproco rispetto nel quadro del partenariato sociale. Grazie alle nuove strutture di categoria, riusciremo a superare questi e molti altri compiti.

Proseguire il consolidato partenariato sociale
Nell'ottobre 2015, Eveline Widmer-Schlumpf rese note le sue dimissioni. Nel corso del suo mandato, siamo riusciti a conseguire ottimi risultati per i nostri associati. Di conseguenza, le aspettative nei confronti del nuovo capo del Dipartimento federale delle finanze Ueli Maurer sono elevate. La situazione è precaria: gli adeguamenti alle condizioni d'impiego e le misure di risparmio decise dall'esecutivo destano non poche preoccupazioni tra il personale. Ora è più importante che mai rispondere alle esigenze dei collaboratori. transfair si adopererà a favore degli interessi dei suoi associati, in particolare nella valutazione del sistema salariale e nell'adeguamento del piano sociale. Alla base di vantaggiosi risultati di negoziazione vi è infatti un partenariato sociale caratterizzato dal reciproco rispetto e portato avanti da partner affidabili e disponibili al dialogo.

Non più programmi di stabilizzazione sulle spalle dei collaboratori
Sul personale si intendono risparmiare ulteriori 60 milioni di franchi all'anno, il che equivale a tagli dai 500 ai 700 posti di lavoro. transfair rivendica un'attuazione socialmente sostenibile del programma di stabilizzazione. Vanno evitati i licenziamenti e laddove si rendono inevitabili misure di risparmio, devono essere soppressi in egual misura anche i compiti. Per transfair è chiaro che deve essere intrapreso tutto il possibile onde evitare ulteriori provvedimenti di risparmio a discapito del personale. Una delle sfide più importanti del 2016 sarà quella di convincerne anche la maggioranza smaniosa di risparmi del nuovo Parlamento.

Nuova strategia e nuove strutture di categoria
Affinché transfair possa concentrare le sue forze anche in futuro sui punti cardini dell'Amministrazione pubblica, si rende necessaria una revisione della strategia di categoria. La nuova strategia deve comprendere tutti gli aspetti dell'Amministrazione e mostrare quali obiettivi transfair intende raggiungere. Il comitato di categoria ne discuterà nell'autunno del 2016 e a partire dal 2017 ne è prevista l'attuazione. L'anno prossimo, poi, si tratterà di sviluppare ulteriormente la suddetta struttura in base alle esigenze. Grazie a gruppi specializzati, che tasteranno direttamente il polso ai loro colleghi di lavoro, transfair sarà in grado di rispondere ancora meglio alle esigenze dei suoi associati.