Riorganizzazione del servizio centrale del ZIVI

Riorganizzazione del servizio centrale del ZIVI © Olivier Rüegsegger
27.08.2015
Negli ultimi anni, l’Organo d’esecuzione del servizio civile ZIVI ha registrato una fortissima crescita. Il numero di domande di servizio civile in continuo aumento ha determinato un significativo sviluppo dell’organizzazione. Dopo aver già riorganizzato gli organi d’esecuzione, dal marzo 2014 è ora la volta del servizio centrale. Il 17 agosto scorso la direzione del ZIVI ha informato i partner sociali sullo stato della ristrutturazione e sui risultati – poco entusiasmanti – emersi dal sondaggio tra il personale.
 

Nessuna soppressione di impieghi

Attualmente è in corso una procedura per determinare il fabbisogno della nuova struttura, la cui introduzione è prevista per il mese di febbraio 2016. I contratti di lavoro definitivi dovrebbero essere inviati ai collaboratori nell’estate del 2016. La riorganizzazione non comporterà nessun taglio di posti di lavoro. Alcuni collaboratori potrebbero tuttavia essere interessati da cambiamenti nell’ambito della loro attività e da modifiche per quanto riguarda la classificazione.

Eliminazione delle carenze

Lo scopo della riorganizzazione è di eliminare le diverse carenze in seno alla struttura organizzativa che dal punto di vista del ZIVI sono all’origine degli scarsi risultati ottenuti durante il sondaggio effettuato tra il personale. I partner sociali e il ZIVI hanno fissato un ulteriore incontro per il prossimo mese di gennaio. In caso di domande, incertezze o suggerimenti, transfair rimane già ora a vostra completa disposizione.
Ambiti d'impiego
ZIVI