Revisione delle ordinanze sul personale: transfair prende posizione

Revisione delle ordinanze sul personale: transfair prende posizione © Das Schweizerische Parlament
24.09.2019

L’ordinanza sul personale federale (OPers) e l’ordinanza del DFF concernente l’ordinanza sul personale federale (O-OPers) saranno sottoposte a revisione. transfair si impegna per mantenere l’attuale continuazione del pagamento dello stipendio e dell’invalidità professionale. Inoltre, mira a miglioramenti nell’ambito della conciliabilità tra famiglia e professione.

Le ordinanze sul personale federale sono in fase di revisione. transfair, in collaborazione con altre associazioni del personale della Confederazione, vi ha preso posizione. Oltre a qualche miglioramento, il progetto comprende anche alcuni punti inaccettabili per transfair.
 
Indebolimento della protezione dei lavoratori
transfair si contrappone soprattutto alle proposte che prevedono la soppressione dell’invalidità professionale e l’abolizione del terzo anno di continuazione del pagamento dello stipendio previsto nei casi eccezionali. Entrambi gli strumenti sono essenziali per la tutela dei collaboratori in situazioni di salute precarie. Abolirli è pertanto inaccettabile.
 
Estensione della conciliabilità
Su iniziativa delle associazioni sono stati integrati miglioramenti nell’ambito della conciliabilità tra famiglia e professione nonché per quanto riguarda i congedi retribuiti. Tutti coloro che, dopo la nascita di un figlio, hanno ridotto il proprio grado d’occupazione devono dunque ottenere il diritto di aumentarlo nuovamente. Inoltre, nell’elenco di attività per cui va concesso un congedo retribuito deve figurare esplicitamente anche la partecipazione all’assemblea dei delegati (AD) di PUBLICA. Questa aggiunta faciliterebbe per i delegati la partecipazione all’AD e di conseguenza la tutela degli interessi dei loro colleghi di lavoro.
 
Consultazione in corso
transfair e altre associazioni del personale hanno già presentato la loro presa di posizione (tedesco). Le modifiche proposte non sono definitive e possono dunque subire cambiamenti. Le ordinanze riviste dovrebbero entrare in vigore all’inizio del 2020.
Ambiti d'impiego
DFAE