Negoziazioni salariali con il Consigliere federale Ueli Maurer

Negoziazioni salariali con il Consigliere federale Ueli Maurer © transfair
17.06.2020

Rinuncia a misure salariali generali in cambio di un segno di apprezzamento. Questa la posizione di transfair in occasione dei negoziati salariali con il Consigliere federale Ueli Maurer. In autunno i partner sociali discuteranno anche degli effetti del Coronavirus sulle condizioni di lavoro presso la Confederazione.

Per transfair era chiaro che per il seguente motivo le richieste di un aumento salariale per l’anno a venire non fossero indicate: oltre agli effetti sociali e sulla salute, la crisi del Coronavirus ha avuto un impatto economico negativo su tutta la Svizzera. Al momento, numerosi lavoratori sono attivi a lavoro ridotto e la disoccupazione sta aumentando. Per quanto riguarda il prodotto interno lordo, si prevede il più forte calo degli ultimi decenni e anche il rincaro è nettamente negativo.
 
Ciononostante, i collaboratori dell’Amministrazione federale non devono temere di perdere il proprio posto di lavoro o di percepire uno stipendio ridotto: transfair ha rinunciato consapevolmente alle richieste salariali in occasione delle trattative con il capo del Dipartimento delle finanze del 25 maggio 2020.

I segni di apprezzamento sono importanti

Allo stesso tempo per transfair è chiaro che durante questo difficile periodo molti collaboratori dell’Amministrazione federale hanno svolto un lavoro straordinario: sia negli uffici come la SECO o l’UFSP, al fine di combattere gli effetti della crisi, sia presso l’AFD o il DDPS, per la protezione della frontiera, o l’UFIT, per garantire un lavoro da casa senza intoppi.
 
Questi sforzi vanno riconosciuti. transfair si attende pertanto dal Consiglio federale un segnale a favore di tutti i collaboratori che, con il loro impegno, hanno dato prova dell’efficienza dell’Amministrazione e hanno mantenuto la Svizzera attiva.
I relativi colloqui proseguiranno in novembre.

Che effetti ha il Coronavirus sul nostro lavoro?

La crisi del Coronavirus ha senza dubbi un notevole impatto sulla futura configurazione del lavoro in seno all’Amministrazione. Ora le esperienze fatte con il telelavoro dovranno essere analizzate e le domande in sospeso discusse, tra cui anche come saranno concepiti in avvenire gli uffici. L’Amministrazione federale sta effettuando un’analisi. Le conoscenze acquisite nel quadro di questa verifica saranno poi discusse in autunno dai partner sociali.
Ambiti d'impiego
Amministrazione pubblica