Le guardie di confine sono indignate e approvano una risoluzione

Le guardie di confine sono indignate e approvano una risoluzione © Eidgenössische Zollverwaltung
07.09.2017

Alla prima assemblea nazionale straordinaria delle guardie di confine tenutasi a Olten il 5 settembre, le circa 130 persone presenti hanno dato sfogo al loro malumore. L’intenzione del Consiglio federale di innalzare di ulteriori cinque anni l’età pensionabile di questa categoria di personale fa esplodere la protesta degli interessati che hanno approvato all’unanimità una risoluzione.

Le guardie di confine sono infuriate. Il termine transitorio per l’aumento dell’età pensionabile a 60 anni non è ancora scaduto che il Consiglio federale pensa già a rincarare la dose, questa volta addirittura di cinque anni. In futuro, si prevede che coloro che difendono le nostre frontiere in qualsiasi condizione climatica debbano aspettare i 65 anni prima di andare in pensione.
 
Per Roland Liebi, presidente centrale di Garanto, una cosa del tutto inconcepibile: «I requisiti fisici e psichici posti alle guardie di confine sono al di sopra della media! La disponibilità 24 ore su 24, le ondate migratorie di anno in anno sempre più difficili da gestire, la lotta alla criminalità e il turismo economico sono tutti fattori che lasciano le proprie tracce».
 
Qualora dovesse entrare in vigore il piano del Consiglio federale, i costi conseguenti sarebbero ingenti. Siccome è poco probabile che una guardia di confine possa continuare a svolgere la propria funzione dopo il 60° anno d’età, sarebbe necessario creare nuovi posti di lavoro nel back office. Stefan Müller-Altermatt, presidente di transfair: «Allo stato attuale delle cose, si dovrebbero creare all’incirca 200 posti amministrativi. Oltre a ciò, sarebbe necessario ridefinire completamente le carriere professionali nonché adeguare il modello di formazione e la formazione continua».
 
Con la risoluzione esortiamo ancora una volta il Consiglio federale a fermare il progetto di innalzamento dell’età pensionabile. Qualora il Consiglio federale non dovesse dar seguito a questa richiesta, i partecipanti della prima assemblea nazionale straordinaria delle guardie di confine non escludono l’adozione di altre misure.
Ambiti d'impiego
Corpo delle guardie di confine