Incontro con UFAM

Incontro con UFAM © rawpixel / Pixabay
10.09.2019

Il 28 agosto 2019 transfair ha incontrato, insieme all’APC, la direzione dell’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM). Durante questa riunione, le parti sociali hanno discusso sui risultati di un sondaggio effettuato tra i membri delle due associazioni, sull’imminente trasloco dell’ufficio e sugli altri punti rilevanti per il personale. Inoltre, le due associazioni hanno sensibilizzato l’ufficio su questioni che riguardano la custodia di bambini complementare alla famiglia.

Nel maggio 2019, il sindacato transfair e l’associazione APC avevano interrogato i propri membri sulla situazione all’UFAM. Le due associazioni hanno di recente discusso i risultati di questo sondaggio  – consultabili qui – con la direzione dell’ufficio. Dall’esito dell’inchiesta emerge in linea di massima un quadro positivo delle condizioni di lavoro. Potenziale di miglioramento vi è ad esempio nell’ambito della comunicazione interna.

La sfida del trasloco
A partire dal 2020 l’intero Dipartimento dell’ambiente, dei trasporti, dell’energia e delle comunicazioni (DATEC) si metterà in movimento. Gran parte delle sedi di Ittigen cambieranno infatti di ubicazione. L’obiettivo a lungo termine è il trasferimento dell’UFAM in un unico sito. In una prima fase, si rischia tuttavia una separazione spaziale di grandi dimensioni e una sovrapposizione di posti d’impiego e di lavori di rinnovamento. Dal punto di vista dei partner sociali tutto questo è tutt’altro che ideale. Motivo per cui continuano le intense discussioni tra l’UFAM e l’Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL), competente in materia.

La custodia di bambini complementare alla famiglia solleva interrogativi
Dall’inizio dell’anno, l’UFAM ha adeguato la cadenza di pagamento da mensile a semestrale degli aiuti finanziari relativi alla custodia di bambini complementare alla famiglia. Questo cambiamento ha portato a domande: il pagamento posticipato può infatti determinare difficoltà finanziarie. L’UFAM è pertanto disponibile a ridiscutere la situazione a livello personale con i collaboratori interessati.

I partner sociali ribadiscono l’importanza di uno scambio periodico. D’ora in poi si prevede pertanto di tenere gli incontri a intervalli regolari di un anno.
Ambiti d'impiego
Amministrazione pubblica, DATEC