Il Consiglio degli Stati si batte a favore del servizio pubblico, grazie al no all'iniziativa "A favore del servizio pubblico"

Il Consiglio degli Stati si batte a favore del servizio pubblico, grazie al no all'iniziativa "A favore del servizio pubblico" ©Parlamentesdienste Bern
25.09.2014

Il nome inganna: "A favore del servizio pubblico" dà infatti l'impressione di voler promuovere il servizio universale. Un'analisi più approfondita smaschera però l'iniziativa per quello che è realmente: un pericoloso specchietto per le allodole. transfair si dice molto soddisfatto che il Consiglio degli Stati non si sia fatto abbagliare da queste false promesse e respinge con la massima determinazione il progetto.

transfair ha accolto con grande piacere il fatto che durante l'odierna sessione la Camera alta abbia deciso di respingere l'iniziativa "A favore del servizio pubblico". Benché il nome prometta tutto il contrario, il progetto rappresenta un chiaro pericolo per il servizio universale elvetico.

 

Attaccando le imprese che su incarico della Confederazione prestano servizi di base, l'iniziativa confonde in maniera negligente le prestazioni del servizio universale con quelle che le stesse aziende prestano nel libero mercato e in competizione con altri soggetti presenti sul mercato.

 

Quando i promotori criticano gli ingenti guadagni di imprese quali la Posta svizzera e Swisscom, non tengono in considerazione il fatto che questi profitti non vengono conseguiti nel quadro del servizio universale. Al contrario. Questi servizi rappresentano principalmente grossi fattori di costo e sono poco o per niente redditizi – questo vale ad esempio per la rete di uffici postali o per l'infrastruttura ferroviaria.

 

Con l'attacco diretto nei confronti di queste imprese, l'iniziativa non contribuisce né a un miglioramento qualitativo né tanto meno a una riduzione dei costi nel settore del servizio pubblico. Infierisce solo e unicamente ai danni alle aziende che offrono queste prestazioni, mettendo in tal modo a rischio il servizio pubblico e i posti di lavoro dei collaboratori che vi lavorano. 

 

A transfair sta a cuore tutto il servizio pubblico e il personale ivi occupato. Un servizio pubblico di qualità offerto in tutte le regioni del Paese rappresenta la colonna portante dell'economia svizzera. Per questo motivo, facciamo bene a prendercene cura. Il progetto "A favore del servizio pubblico" questo non lo fa. transfair si batte pertanto con determinazione contro questa iniziativa.