Età pensionabile: quo vadis?

Età pensionabile: quo vadis? © tunedin/fotolia
10.09.2018

La domanda a cui al momento si cerca con urgenza una risposta è: l’attuale età pensionabile è a rischio di innalzamento? La risposta, in breve: non c’è ancora nulla di deciso, il Consiglio federale dibatterà sulla questione presumibilmente nell’autunno 2018. Finora non ci sono novità dunque.

La risposta più esaustiva: attualmente i diversi uffici stanno lavorando a possibili soluzioni, sia per il Corpo delle guardie di confine sia per i militari di professione. Intanto, le associazioni del personale mantengono le fila e i ritmi serrati per tutelare gli interessi dei loro membri: a giugno 2018, transfair, Garanto e swissPersona si sono rivolti con una lettera al Consigliere federale Ueli Maurer per fargli pervenire i risultati dei sondaggi svolti singolarmente e informarlo ancora una volta sullo stato d’animo dei propri membri. Per leggere la lettera clicca qui.
 
transfair si batte per i tuoi interessi
Come prossimo passo, l’Ufficio federale del personale e i sindacati prepareranno il rapporto all’attenzione del Consiglio federale. transfair si impegnerà soprattutto a favore di regolamentazioni eque e globali a tutela degli attuali collaboratori. Chi è già stato costretto ad accettare un innalzamento dell’età pensionabile a 60 anni, non deve essere penalizzato ulteriormente.
 
Non appena il Consiglio federale riceverà il rapporto, il presidente di transfair e Consigliere nazionale Stefan Müller-Altermatt contatterà i diversi Consiglieri federali per discutere direttamente con loro le regolamentazioni del pensionamento e le conseguenze di questa decisione. Il sindacato si batterà fino alla fine a favore dei suoi associati e non lascerà nulla di intentato per convincere il Consiglio federale a rinunciare all’innalzamento dell’età pensionabile dei collaboratori attuali.