Comunità di interessi Personale federale: l’unione fa la forza

Comunità di interessi Personale federale: l’unione fa la forza © phonix_a/Adobestock
27.11.2019

transfair e le altre associazioni del personale della Confederazione intensificano da subito la loro collaborazione. Da ora in avanti agiranno in sinergia sotto il nome «Comunità di interessi Personale federale» (CI Personale federale). Le associazioni restano autonome e uniscono le proprie forze laddove possono esercitare un’influenza maggiore.

Da sempre transfair si adopera per promuovere la collaborazione tra le varie parti sociali dell’Amministrazione federale. Unendo le proprie forze e perseguendo gli stessi obiettivi, riusciranno a cambiare le cose. Anche le altre associazioni condividono questa posizione.
 
Insieme si è più forti
Le associazioni transfair, swissPersona, APC, VPOD, Garanto e APfedpol hanno istituito la CI Personale federale. Sotto quest’egida, approfondiscono la propria collaborazione e definiscono le posizioni comuni. Unendo le forze, riusciranno a influenzare positivamente le condizioni di lavoro dei dipendenti della Confederazione.
 
Le singole associazioni mantengono la propria autonomia e indipendenza. Ognuna di loro avrà anche in futuro la possibilità di prendere posizione in maniera autonoma e di lavorare individualmente per gli interessi dei propri membri.
 
La CI Personale federale permette di sfruttare le sinergie in caso di interessi comuni e di essere più efficaci nel raggiungere gli obiettivi prefissi. Per transfair questo è un passo importante nella direzione giusta, ossia a favore di un ambiente di lavoro migliore e più attento alle esigenze dei collaboratori della Confederazione.
Ambiti d'impiego
Amministrazione pubblica