Sfide 2017

Sfide 2017 © snowing12/fotolia

transfair rende forti i lavoratori del servizio pubblico! Anche quest’anno continueremo a impegnarci a favore dei nostri associati occupati nei settori Posta/Logistica, Comunicazione, Trasporti pubblici e Amministrazione pubblica e a dedicarci ai temi che stanno maggiormente a cuore alle nostre categorie.

Opposizione a ulteriori misure di austerità
Anche il 2017 sarà all’insegna del risparmio. In Parlamento non è nemmeno stato approvato il programma di stabilizzazione 2017-2019 (il Consiglio nazionale e il Consiglio degli Stati disputano tuttora su un taglio di ulteriori 100 milioni di franchi nel settore proprio della Confederazione) che il Consiglio federale sta già preparando un ulteriore programma di austerità.

Inoltre devono ancora essere attuate le direttive sul budget imposte dal Parlamento, ovvero una riduzione del credito per il personale di 50 milioni di franchi. Tuttora in sospeso è anche un dibattito su una mozione di Leo Müller, che propone di congelare il credito per il personale.

Il compito di transfair è chiaro: negli anni passati sono stati causati già abbastanza danni. Ora si tratta di evitare il più possibile gli effetti negativi sul personale federale. Inoltre, dopo due tornate negoziali a zero aumenti, è di nuovo ora di un aumento a titolo generale. Anche gli errori commessi con la riduzione della progressione salariale individuale devono essere corretti.

Garantire la previdenza per la vecchiaia
La nostra società invecchia sempre di più. Questi sviluppi demografici pongono la politica e la popolazione dinnanzi a enormi compiti e mettono sotto pressione le casse pensioni. Presso PUBLICA, ovvero la cassa pensioni dell’Amministrazione federale e del settore PF, nell’anno in corso si prospettano adeguamenti delle basi tecniche. Il nostro obiettivo è ammortizzare il più possibile le probabili riduzioni del tasso d’interesse tecnico e del tasso di conversione. Fondamentalmente, auspichiamo che anche il datore di lavoro contribuisca al raggiungimento di questo traguardo. La forma di questo contributo sarà oggetto di negoziazioni con il Consigliere federale Ueli Maurer.
 
Accompagnare l’ulteriore sviluppo dell’esercito
Con l’inizio dell’anno, è stata avviata la fase di attuazione del progetto di grandi dimensioni «Ulteriore sviluppo dell’esercito» (USEs). Sotto la direzione del nuovo capo dell’esercito Philippe Rebord, si procederà a soppressioni di posti di lavoro, mentre altri impieghi saranno sottoposti a cambiamenti. Già l’anno scorso transfair ha collaborato attivamente nel comitato di gestione del progetto con i responsabili RU dei diversi settori. In maniera altrettanto attiva, ora accompagneremo l’attuazione e vigileremo affinché siano tutelati gli interessi dei lavoratori.